Processo Crac Banca Etruria, nove assolti e quattro condannati

Crac Banca Etruria, 9 assolti e 4 condannati (a 10 mesi) per truffa

Processo crac Banca Etruria, nove assolti e quattro condannati per truffa: la sentenza dei giudici del Tribunale di Arezzo sulla truffa ai danni dei risparmiatori.

Banca Etruria, quattro condannati e nove assolti. I giudici del Tribunale di Arezzo hanno letto la sentenza al termine del processo sul crac dell’Istituto bancario nel quale erano imputate tredici persone accusate a vario titolo dell’accusa di truffa.

Crac di Banca Etruria, nove persone assolte

Gli assolti sono cinque dipendenti e quattro dirigenti (Luca Scassellati, Federico Baiocchi Di Silvestri, Samuele Fedeli e Luigi Fantacchiotti) di Banca Etruria. Erano accusati di istigazione alla truffa. Per i giudici il fatto non sussiste o comunque le persone non hanno commesso i fatti. Per molte di queste nove persone era stata chiesta una condanna a un anno e mezzo di reclusione.

Tribunale
fonte foto https://twitter.com/marziadegiuli

Processo Banca Etruria, quattro condannati a dieci mesi

I quattro condannati (a dieci mesi) sono dipendenti dell’istituto venuto alla ribalta per una truffa ai danni dei risparmiatori. Tra le persone condannate ci sono anche alcune di quelle che materialmente hanno veduto i titoli ai risparmiatori, senza informarli dei rischi legati alla complessa operazione legata alle subordinate della Banca popolare dell’Etruria e del Lazio. Anche in questo caso la richiesta era quella di un anno e mezzo di reclusione.

Il rimborso per i truffati dalle banche

Sotto il governo a guida Lega-Movimento 5 Stelle, il Ministro Giovanni Tria, titolare del Mef – Ministero Economia e Finanza – ha messo a punto e avviato le procedure per il rimborso ai risparmiatori truffati dalle banche. Di seguito le informazioni utili su come presentare la richiesta.

ultimo aggiornamento: 30-09-2019

X