La sentenza della Corte d’Assise e d’Appello di Milano è stata pronunciata nel pomeriggio del 31 maggio 2018. Assolti i due carabinieri e i sei poliziotti.

MILANO – La Corte d’Assise e d’Appello di Milano ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Varese, assolvendo tutti gli imputati indagati per la morte di Giuseppe Uva. L’operaio varesino è deceduto il 14 giugno 2008 in ospedale, dopo aver passato la notte nella caserma dei carabinieri.

Sono stati giudicati non colpevoli i 2 militiari, Paolo Righetto e Stefano Del Bosco e i sei poliziotti Vito Capuano, Luigi Empirio, Piefrancesco Colucci, Francesco Focarelli Barone, Bruno Belisario e Gioacchino Rubino perché il “fatto non sussiste.

Giuseppe Uva
Giuseppe Uva (fonte foto https://www.facebook.com/AssociazioneStefanoCucchiOnlus/)

Processo Giuseppe Uva, le richieste dell’accusa

Il sostituto procuratore generale, Massimo Gaballo, aveva chiesto di condannare a 13 anni i due militari dell’Arma e a 10 anni e mezzo gli agenti di Polizia per omicidio preterintenzionale.

L’avvocato della famiglia Uva aveva accusato i carabinieri di essersi vendicati del 43enne perché si vantava di avere una relazione sentimentale con la compagna di uno dei due. Tesi smentita dalla difesa che aveva accusato di aver gonfiato la vicenda grazie alla televisione.

Processo Giuseppe Uva, tensione in aula dopo la sentenza

Attimi di tensione in aula dopo la sentenza. Angela, la nipote di Giuseppe Uva, ha accusato: “La legge non è uguale per tutti. Sono anni che non avete rispetto della nostra famiglia, infangando i nomi di mia madre e di mio zio“.

Quella sera – si è difeso uno dei due carabinieri – abbiamo fatto soltanto il nostro dovere“.

Di seguito il video con la sentenza del processo di Giuseppe Uva

fonte foto copertina  https://twitter.com/Adnkronos


Isola d’Elba, arrestato il vice-prefetto per associazione a delinquere

Castellammare di Stabia, violentata una ragazzina di 12 anni: arrestati tre minorenni