Harvey Weinstein a processo: l’ex produttore cinematografico rischiava l’ergastolo. Per la difesa l’ex numero uno di Hollywood ha avuto rapporti consensuali.

Chiuso con una condanna il processo ad Harvey Weinstein. Il caso che ha travolto il fondatore della Miramax è venuto alla luce con prepotenza nel 2017 grazie a due inchieste del New York Times, accusato di molestie e violenze sessuali da ottantasette donne, tra cui alcune celebri attrici del calibro di Asia Argento, Gwyneth Paltrow e Uma Thurman.

Riconosciuto colpevole dalla giuria Weinstein rischia fino a 25 anni di carcere.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Il processo a Harvey Weinstein

Inizia il 6 gennaio 2020 il processo a Weinstein, per anni sulla cresta dell’onda nel mondo del grande cinema americano. Dopo due anni di processo mediatico inizia quello penale. La prima tappa è quella dell’istruttoria.

Weinstein si dichiara innocente, sostenendo che tutti gli episodi contestati siano stati in realtà rapporti consensuali. Per rafforzare questa ipotesi, la difesa dl produttore cinematografico ha condiviso alcuni sms scambiati con le presunte vittime. I messaggi testimonierebbero un rapporto volontario e consenziente.

Annabella Sciorra, ex attrice dei Soprano, accusa Weinsein

L’ex attrice dei Soprano Annabella Sciorra ha deposto in aula accusando Weinstein e raccontando un episodio di violenza sessuale.

La denuncia dell’attrice non può essere contestata all’ex re di Hollywood ma può essere utilizzata in sede processuale per rafforzare la tesi dell’accusa.

Sciorra ha raccontato di essere stata violentata tra il 1993 e il 1994. L’aggressione è avvenuta nella casa della donna. Weinstein si presentò a casa sua e la costrinse ad avere un rapporto sessuale. A nulla sarebbero serviti i tentativi di divincolarsi.

I legali dell’ex produttore hanno provato a smontare le accuse chiedendo come mai non abbia denunciato lo stupro e come mai abbia aperto la porta della sua abitazione, dopo essersi messa in pigiama, senza chiedere l’identità della persona che aveva bussato.

HARVEY WEINSTEIN
HARVEY WEINSTEIN

Le accuse a carico di Weinstein

L’ex numero uno di Hollywood, finito al centro del MeeToo, è alla sbarra degli imputati per uno stupro che sarebbe avvenuto nel 2013 e per un rapporto orale forzato, che avrebbe avuto luogo nel 2006, e per violenza sessuale predatoria. Delle ottantasette donne che avevano denunciato violenze da parte di Weinstein, molte hanno deciso di non portare il caso in Tribunale, ma questo non rende più semplice la posizione del fu dominatore di Hollywood, che ha già patteggiato in occasione di 29 cause civili pagando un risarcimento di 25 milioni di dollari destinato alle vittime.

Cosa rischia Harvey Weinstein a processo

Per i reati contestati, Harvey Weinstein potrebbe ricevere una condanna all’ergastolo. Ipotesi secondo molti remota ma non da escludere.

Weinstein colpevole di aggressione sessuale e stupro

Weinstein è stato dichiarato colpevole di atto sessuale criminale di primo grado e stupro di terzo grado. La sentenza di colpevolezza è arrivata dopo cinque giorni di riflessioni. L’ex re del cinema rischia fino a 25 anni di carcere.

ultimo aggiornamento: 24-02-2020


Auto su folla durante una festa di Carnevale in Germania, diversi i feriti

Coronavirus e terremoto, trasporto ferroviario in tilt