Processo Ruby Ter, Silvio Berlusconi si oppone alla perizia: “Una decisione lesiva della mia storia e della mia onorabilità”.

Con una lettera indirizzata ai giudici, Silvio Berlusconi ha fatto sapere di essere contrario alla perizia psichiatrica chiesta nell’ambito del processo Ruby Ter che si sta svolgendo a Milano.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Processo Ruby Ter, Silvio Berlusconi si oppone alla perizia: “Lesiva della mia storia e della mia onorabilità”

La decisione di sottopormi a una illimitata perizia psichiatrica è lesiva della mia storia e della mia onorabilità“, scrive Silvio Berlusconi nella lettera indirizzata ai giudici, comunicando di non poter accettare questa decisione “fuori da ogni logica“. Il leader di Forza Italia chiede che il processo, che lui considera ingiusto, prosegua in sua assenza.

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Il danno di immagine e il possibile contraccolpo economico per un crollo delle società quotate in Borsa

Berlusconi, stando a quanto appreso, considera lesiva la richiesta di procedere con una perizia e teme contraccolpi sulla sua immagine, su quella del suo partito e sulle sue aziende che, essendo quotate in Borsa, rischiano un tracollo. Con conseguenze economiche non indifferenti.

Il processo Ruby Ter e la posizione dei giudici

Il caso, come detto, è legato al processo Ruby Ter. Berlusconi è tra gli imputati. Alla luce delle sue assenze in aula per motivi di salute, i giudici avevano proposto di procedere con la perizia psichiatrica per valutare le effettive condizioni di salute del leader di Forza Italia e decidere quindi di conseguenza come procedere. La perizia potrebbe in effetti stabilire se l’impedimento sia assoluto e irreversibile o se possa essere indicata una durata di questo impedimento.

ultimo aggiornamento: 16-09-2021


Green Pass obbligatorio per i lavoratori, sanzioni fino a 1.500 euro per chi non è in regola

Processo Ruby ter, non sarà effettuata la perizia sulle condizioni di salute di Berlusconi