Progetto Ferrari 676: rivoluzione sospensiva anteriore per la SF-23
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Progetto Ferrari 676: rivoluzione sospensiva anteriore per la SF-23

Innovazione tecnica in Formula 1: il futuro delle sospensioni Ferrari 676, cambia tutta la progettazione della SF-23.

Le prestazioni della Ferrari SF-23 nella stagione 2023 non hanno raggiunto le aspettative, evidenziando problemi significativi. La vettura ha mostrato difficoltà nel gestire le gomme, lavorando al di fuori della sua finestra operativa ottimale. Questo ha portato a un calo nelle prestazioni, sollevando interrogativi sulla dinamica e l’efficienza delle sospensioni.

Progetto 676: La Svolta per la Ferrari

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

La Ferrari si sta preparando per il futuro con il lancio del Progetto 676, una revisione fondamentale del sistema di sospensione anteriore. Questo progetto, già in fase di sviluppo, mira a superare le debolezze identificate durante i test pre-stagionali in Bahrain. Un elemento chiave è la modifica della cinematica sospensiva, con particolare attenzione allo spostamento dei pesi e al controllo dinamico delle sospensioni.

La SF-23 presenta una configurazione unica nella sospensione anteriore, diversa da quella di concorrenti come Mercedes e Red Bull. Il design della Ferrari, con una cinematica sospensiva ridotta, ha influenzato negativamente il recupero di camber e la gestione delle temperature delle gomme. Questo ha costretto i tecnici a compensare staticamente, aumentando lo stress sulle gomme e influenzando la prestazione complessiva.

Confrontando la Ferrari con la Mercedes W14 e la Red Bull RB19, emergono chiare differenze nel design sospensivo. La Ferrari ha optato per un approccio diverso nella configurazione dei triangoli sospensivi, influenzando il recupero di camber e l’angolo di inclinazione delle ruote. Tuttavia, questa scelta ha comportato compromessi in termini di gestione delle temperature delle gomme e di efficienza aerodinamica.

L’impatto della cinematica sospensiva sulla performance aerodinamica

La cinematica sospensiva non influenza solo il controllo meccanico, ma anche l’aerodinamica della vettura. Un design ottimale dei triangoli sospensivi può migliorare il flusso outwash dall’ala frontale, integrandosi meglio con le altre componenti aerodinamiche. Questo è particolarmente evidente nella Mercedes W14, che ha visto un significativo aggiornamento nella geometria dell’ala frontale dopo aver adottato un nuovo schema sospensivo.

La Ferrari SF-23 ha affrontato sfide significative a causa della sua configurazione sospensiva anteriore. Nel 2023, è emerso che le sospensioni non sono riuscite a fornire il necessario equilibrio e controllo, incidendo sulle prestazioni generali. La tendenza emergente in Formula 1, ispirata dai successi di Red Bull, suggerisce un approccio più rigido e meno incline a variazioni durante il moto, con un focus sul miglioramento del grip anteriore e sull’integrazione aerodinamica. Il Progetto 676 di Ferrari rappresenta un passo cruciale verso questo obiettivo, promettendo di rivoluzionare non solo il proprio design ma anche il campo competitivo in Formula 1.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2023 20:07

Decennale del dramma di Schumacher: rivelazioni scioccanti sull’incidente

nl pixel