Project Tango: Lenovo e Google sono ufficialmente partner

Google e Lenovo produrranno uno smartphone che usa la piattaforma Project Tango, in grado di effettuare scansioni tridimensionali in tempo reale.

chiudi

Caricamento Player...

Project Tango è un progetto di Google nato per permettere agli smartphone e ai dispositivi mobili di effettuare scansioni in 3D in tempo reale e, grazie a un sistema di sensori avanzato, garantire la possibilità di conoscere la propria posizione nello spazio. Un modo molto complesso per dire che i telefoni e i tablet basati su questa piattaforma saranno in grado di “capire” dove si trovano in modo estremamente preciso e accurato, permettendo una vasta gamma di applicazioni. Per esempio nel campo della realtà aumentata, ma anche nella misurazione e nella navigazione indoor, dove spesso il segnale GPS è inutilizzabile.

Lenovo ha annunciato una partnership con Google per lanciare i primi dispositivi commerciali legati a questa piattaforma. Si tratta di una linea di smartphone, per la precisione del tipo phablet di dimensioni piuttosto considerevoli. Questi dispositivi dovrebbero vedere la luce entro l’estate del 2016 e costare intorno ai 500 dollari, come un normale smarphone di fascia medio-alta, del quale avranno anche molte delle caratteristiche, a partire dal processore Qualcomm Snapdragon.

Project Tango cerca sviluppatori

Per supportare l’iniziativa e il lancio di questa interessante piattaforma, Lenovo ha anche aderito all’iniziativa di Google per incubare le idee migliori. Inviando il proprio progetto alla pagina ufficiale dell’App Incubator di Project Tango, gli sviluppatori parteciperanno a un contest, e le App vincitrici verranno incluse nativamente nel phablet di Lenovo in uscita durante l’estate. Il potenziale di questo progetto è davvero notevole. Il solo fatto di poter effettuare scansioni tridimensionali rapidamente è un sogno per maker e appassionati, che ora devono affidarsi a prodotti o servizi di terze parti, e le altre caratteristiche sono davvero notevoli.

Per esempio, un telefono basato su Project Tango è in grado di riconoscere i posti dove è già stato, solo in base alla disposizione delle pareti e degli oggetti e senza bisogno di informazioni aggiuntive come quelle dei satelliti GPS, il che la renderebbe la piattaforma perfetta per poter navigare, per esempio, all’interno di negozio o centri commerciali, ma anche di biblioteche e musei.

Fonte foto copertina: Lenovo Newsroom