Pomigliano d’Arco, lavoratori protestano sotto casa di Di Maio

Alcuni dipendenti hanno protestato sotto casa Di Maio a Pomigliano d’Arco: “Per il Rdc stiamo ancora aspettando, sei un bugiardo”.

POMIGLIANO D’ARCO (NAPOLI) – Attimi di tensione sotto casa di Luigi Di Maio a Pomigliano d’Arco, paesino in provincia di Napoli. Come riportato da Il Mattino, un gruppo di lavoratori licenziati hanno protestato nei pressi dell’abitazione dei genitori del ministro del Lavoro.

Per il Reddito di Cittadinanza stiamo ancora aspettando. Di Maio sei un bugiardo“. Questo è uno dei cartelli che sono stati attaccati sotto casa del vicepremier. Ad organizzare questa manifestazione sono stati dei dipendenti licenziati dallo stabilimento locale della FCA e della ditta Bruschino Ambiente.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Pomigliano d’Arco, le proteste dei lavoratori non si fermano

Ai giornalisti presente i lavoratori hanno spiegato i motivi di questa manifestazione: “Dopo l’incontro con il ministro – spiegano i dipendenti – ci saremmo aspettati che finalmente fosse varato il famoso decreto ministeriale attuativo che modifica le modalità di accesso ma a tre giorni della Europee non abbiamo avuto particolari risposte. Ci avevano promesso tempi brevi per la modifica di accesso al reddito di cittadinanza che, così come è stato varato, esclude una grossa fetta di disoccupati, licenziati e immigrati. Anche il presidente Tridico ha più volte detto che la legge sul Rdc deve essere cambiato ma non è lui il ministro e quindi non può fare nulla“.

I manifestanti hanno inserito nella cassetta postale della famiglia di Di Maio un documento con il quale rivendicano il proprio diritto a ricevere il reddito di cittadinanza. Questo sarà inviato anche via pec al ministro del Lavoro.

I dipendenti si aspettano di avere delle buone notizie nel giro di poche ore. Intanto manifestano sotto casa del vicepremier con diversi striscioni e una maschera con il viso del ministro e il naso di Pinocchio. Possibile nei prossimi giorni una risposta da parte di Di Maio.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/LuigiDiMaio

ultimo aggiornamento: 23-05-2019

X