Roma, nuova tensione in strada: proteste a Casal Bruciato contro i rom

Tensione a Roma. Nuova protesta a Casal Bruciato: “Noi gli zingari qui non li vogliamo. Quella casa deve andare a un italiano”.

ROMA – A Roma la tensione continua ad essere molto alta. Dopo le proteste di Torre Maura, a Casal Bruciato sono scese altre persone in strada per protestare contro l’assegnazione di una casa ai nomadi: “Quella casa – dichiara una delle manifestanti citata dall’ANSAora l’ha occupata una ragazza con un bimbo di sei mesi. Meglio un’italiana che i rom, ci deve stare lei. I rom non devono tornare o blocchiamo tutto“.

Animi accesi con le persone che chiedono di dare la casa alla ragazza connazionale: “Ci deve stare lei, ne ha diritto. L’hanno minacciata di toglierle il bambino. Li levassero ai nomadi e non agli italiani. E’ una vergogna, adesso blocchiamo la strada“.

Casal Bruciato
fonte foto https://twitter.com/y_nardi

Tensione a Roma, a Casalotti in programma una fiaccolata di Forza Nuova

La tensione a Casal Bruciato continua ad essere alta e nella serata di oggi (lunedì 8 aprile 2019) è prevista una manifestazione di Forza Nuova a Casalotti. “Sappiamo – sottolinea il partito – di aver vinto solo una battaglia ma il fronte di questa lunga guerra si sposta a Casalotti. Basta Rom, basta immigrazione“. Previste diverse proteste nei giorni prossimi nella Capitale con CasaPound che dovrebbe scendere in piazza sempre a Casalotti per manifestare contro i rom.

Da Casal Bruciato a Casalotti passando per Torre Maura. La tensione continua ad essere molto alta nella Capitale contro i nomadi. Il Campidoglio è al lavoro per cercare di trovare una nuova sistemazione ai rom che nelle prossime settimane saranno costretti a lasciare i loro accampamenti. Le proteste dei cittadini, comunque, non si fermano e nei prossimi giorni ci saranno altre proteste per manifestare il dissenso degli abitanti alla presenza dei nomadi nel proprio quartiere.

fonte foto copertina https://twitter.com/y_nardi

ultimo aggiornamento: 08-04-2019

X