Tragedia sfiorata: uomo prova a uccidere sua moglie, si ferma di fronte al pianto disperato della figlia di nove anni.

Tragedia sfiorata  in provincia di Rende, dove un uomo di sessantatré anni ha provato a uccidere la moglie soffocandola con un cavo elettrico. Provvidenziale l’intervento della bambina di nove anni che è scoppiata a piangere per la paura spingendo l’aggressore a tornare in sé rendendosi conto di quanto stesse accadendo.

L’aggressione in seguito a una lite

Stando alle ricostruzioni, l’aggressione sarebbe avvenuta al termine dell’ennesimo litigio tra i due coniugi. A quel punto lui (63 anni), in stato di alterazione, ha ceduto ai nervi e ha provato a uccidere la compagna soffocandola per mezzo di un cavo elettrico che le aveva stretto al collo.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Prova a uccidere la moglie, viene fermato dal pianto della figlia di nove anni

Le urla e i rumori hanno spaventato la figlia della coppia, una bambina di nove anni che, spaventata per la scena, è scoppiata in un pianto a dirotto che ha spinto l’uomo a lasciare la presa, fortunatamente prima che la moglie perdesse la vita.

L’uomo arrestato, mamma e bambina sono vive

L’uomo, ancora in stato confusionale, si è recato alla vicina stazione dei carabinieri per auto-denunciarsi. Al momento del loro arrivo nel piccolo appartamento, gli inquirenti hanno trovato la donna in stato di shock e aiutata dalla figlia di nove anni, con la sia innocenza eroe inconsapevole che ha evitato l’ennesima tragedia familiare. L’uomo di sessantatré anni è stato arrestato dai militari dell’Arma dei Carabinieri.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
carabinieri cronaca evidenza Rende

ultimo aggiornamento: 23-12-2018


Cuneo, auto contro un semaforo: morto diciannovenne

Migranti, Sea Watch chiede aiuto all’Italia. Salvini: stop al traffico di essere umani