Prove di dialogo M5s-Lega

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Il leader della Lega, Matteo Salvini, non esclude un governo Lega-M5s: “No al governo col Pd, ma con gli altri vediamo…“.

Con un Pd sempre più convinto, eccetto per una piccola minoranza, a volersi accomodare all’opposizione dopo il risultato delle elezioni, per la formazione di un governo si va sempre più verso un accordo tra centrodestra e Movimento 5 stelle. Né la coalizione di Salvini e Berlusconi, né il Movimento di Di Maio sono riusciti infatti ad accumulare il numero di voti necessario per poter evitare “compromessi”.

Se fino a pochi giorni fa ogni possibile dialogo tra le due parti sembrava distante, oggi un’inversione di tendenza sembrerebbe essersi registrata in entrambi gli schieramenti. A confermarlo lo stesso leader della Lega, Matteo Salvini, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, riportate da Repubblica: “Sento forte il dovere di tener fede al mandato di 12 milioni che hanno scelto il centrodestra e di quasi 6 milioni che hanno scelto la Lega: stiamo lavorando per dare un governo a questo Paese con un programma di centrodestra aperto ad arricchimenti, ma non stravolgimenti“.

Lega-M5s, prove di dialogo

Il leader leghista ha quindi aggiunto: “Sarebbe irrispettoso coinvolgere chi ha perso le elezioni, e quindi no a qualsiasi governo che abbia al centro Gentiloni, Boschi e Minniti. L’Italia deve restare nella Ue, ma cambiando alcune cose fondamentali, ad esempio totale inversione di rotta delle politiche d’immigrazione“.

Sull’ipotesi di un governo con i Cinque stelle, Salvini si dice possibilista: “Escludo una collaborazione con il Pd, tutto il resto è possibile. Di certo non sarò disponibile a partecipare a un governo a qualunque costo, tanto per fare il ministro per un po’. Chiunque venga al governo con noi deve impegnarsi a cancellare la legge Fornero, a ridurre le tasse al 15%, a rendere l’Italia più federale e meno burocratica. Se ci sono altri suggerimenti a partire da questo presupposto siamo ben contenti di accoglierli. Contatti con Di Maio? No, ma lo cerco al telefono“.

Sull’ipotesi di un governo tra Lega e Movimento 5 stelle, però, pareri contrari arrivano anche dagli alleati del centrodestra, Forza Italia in primis:

Movimento 5 stelle, Di Maio: “Formeremo un governo in meno tempo della Germania

Oggi in Germania, dopo circa sei mesi, è stato formato il governo. Credo che ci impiegheremo di meno“. Così Luigi Di Maio, candidato premier a Cinque stelle, durante un incontro con Confcommercio. Il leader pentastellato ha quindi dichiarato, come riportato dall’Ansa: “Credo che le clausole per l’aumento dell’Iva vadano disinnescate subito e non vadano rinviate per questioni tecniche. La spending review è importante, prima di parlare di sforamento del deficit andiamo a recuperare i soldi spesi e investiti male”.

Parole che vengono dopo un intervento del commissario agli affari economici dell’Unione europea, Pierre Moscovici, che ha affermato di aver fiducia nella democrazia italiana e nell’impegno dell’Italia all’interno dell’Unione. Un messaggio distensivo apprezzato da Di Maio, all’indomani della polemica a distanza con il ministro Padoan.

Luigi Di Maio Movimento 5 Stelle
Luigi Di Maio

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 14-03-2018

Mauro Abbate