La mediazione egiziana sta portando risultati. La situazione a Gaza sembra tornare piano piano alla normalità. Si lavora per un accordo formale.

GAZA (PALESTINA) – La quiete dopo la tempesta a Gaza. La mediazione da parte dei diplomatici egiziani tra le forze armate della Striscia potrebbe dare a breve i suoi frutti. Lo staff politico di Hamas ha riferito che nelle prossime ore dovrebbe terminare l’attuale fase di controllo dello Stato ebraico. Una conferma è arrivata anche da Tel Aviv, affermando che si tratti solo di un accordo su parola ma che ancora non si è formalizzato nulla.

La situazione al confine di Gaza con il passare delle ore si sta normalizzando. Nella notte italiana tra il 29 e il 30 maggio sono continuati i lanci dei razzi dei palestinesi e i bombardamenti da parte dell’aviazione israeliana a degli obiettivi sensibili di Hamas. Ma dalla mezzanotte locale le incursioni sono terminate. La conferma di questo cessate il fuoco è arrivata poche ore dopo con la riapertura delle scuole e dei campi agricoli.

Scontri a Gaza
Scontri a Gaza (fonte foto https://twitter.com/RaiNews)

Trattative di pace tra Hamas e Israele: “Siamo pronti ad attaccare, se il fuoco dovesse riprende”, hanno dichiarato da Tel Aviv

La tregua potrebbe essere momentanea in caso di mancato accordo formale. Da Tel Aviv hanno fatto sapere che “nella notte scorsa sono stati distrutti decine di obiettivi terroristici e che adesso il fuoco è cessato. Noi siamo pronti a riprendere gli attacchi se Hamas dovesse nuovamente lanciare i missili. E questa volta le nostre offensive saranno molto più forti“.

La decisione definitiva – ha concluso la fonte del governo israeliano – spetterà ai palestinesi e a ciò che accadrà sul terreno“.

Di seguito il video con le parole di Francesco Rocca, presidente della Federazione internazionale di Croce Rossa

fonte foto copertina https://pixabay.com/it/striscia-di-gaza-palestina-nel-2015-678979/


Scandalo a luci rosse negli Stati Uniti, si dimette il governatore del Missouri

Kiev, Arkady Babchenko è vivo: l’omicidio è stata una messa in scena