Formula 1, terza giornata di test a Barcellona: solo 17 giri effettuati

Prove F1 Barcellona, le condizioni meteo hanno pesantemente condizionato lo svolgimento dei test: gran parte dei piloti non è neanche scesa in pista, Alonso unico a registrare un tempo.

La terza giornata di prove di Formula 1 in programma il 28 febbraio si è svolta in condizioni meteo particolarmente severe. Al mattino, i piloti si sono ritrovati davanti ad una pista imbiancata dalla neve caduta durante la notte che ha ritardato l’inizio dei test di circa tre ore. Il circuito di Barcellona è stato nel mentre ripulito dalla neve, restando però bagnato: il fondo scivoloso e le basse temperature hanno contribuito a scoraggiare gran parte dei piloti che avrebbero dovuto scendere in pista.

Terzo giorno di test F1 a Barcellona: 17 giri in tutto

Il programma di giornata prevedeva che a girare sul tracciato catalano fossero i seguenti piloti: Fernando Alonso (McLaren), Danile Ricciardo (Red Bull), Brendon Hartley (Toro Rosso), Marcus Ericsson (Sauber), Robert Kubica (Williams), Kimi Raikkonen (Ferrari), Romain Grosjean (Haas), Sergio Perez (Force India), Lance Stroll (Williams), Niko Hulkenberg (Renault), Lewis Hamilton (Mercedes), Carlos Sainz (Renault) e Valtteri Bottas (Mercedes).

L’unico ad insistere malgrado le condizioni della pista tutt’altro che ottimali è stato Alonso; lo spagnolo ha percorso in tutto 11 giri, facendo cronometrare l’unico tempo di giornata: giro “veloce” in 2:18.545. Daniel Ricciardo (il più veloce della prima giornata) ha completato appena due giri, così come Hartley su Toro Rosso. Appena un giro a testa per Ericsson e Kubica. Le altre squadre hanno deciso di non far scendere in pista le proprie monoposto, perdendo così l’intero giorno di test.

Prove F1 Barcellona
Fonte immagine: https://www.facebook.com/Formula1/photos/a.570461836444136.1073741830.568665409957112/990818437741805/?type=3&theater

Niente accordo sul possibile rinvio

Come detto, la terza giornata di test è partita in notevole ritardo (la bandiera verde è arrivata verso le 12) ed è stata sostanzialmente infruttuosa, per via della pista bagnata e delle basse temperature dell’asfalto (circa 4°). Alcuni team avevano chiesto già martedì 27 febbraio di rinviare la giornata di prove a venerdì primo marzo, ma, dal momento che non è stato trovato un accordo unanime, il test Day 3 di Formula 1 si è svolto “regolarmente” come da calendario.

Prima della bandiera verde c’è stato un meeting tra i team di Formula 1. L’ipotesi era quella di rinviare al 2 marzo la sessione di test F1, così da non perdere un giorno sui quattro previsti o, in alternativa, di ‘recuperare’ la giornata -che effettivamente è andata perduta in malo modo – nel corso della seconda sessione di test (quella al via il 6 marzo), portandola così da quattro a cinque giorni.

La Williams, che sul circuito di Barcellona ha programmato il filming day, si è opposta a far slittare le prove a venerdì 2 marzo; la McLaren, invece, aveva proposto la soluzione dei ‘5 giorni’ per la prossima sessione ma, come già sottolineato, le squadre non si sono messe d’accordo ed il programma di test è rimasto invariato.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/Formula1/photos/a.570461836444136.1073741830.568665409957112/990818501075132/?type=3&theater

Fonte immagine: https://www.facebook.com/Formula1/photos/a.570461836444136.1073741830.568665409957112/990818437741805/?type=3&theater

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 01-03-2018

Redazione Napoli

X