Dal prossimo anno Google non traccerà più i dati degli utenti per la pubblicità personalizzata. Cosa cambia.

Dal 2022 Google cambia le regole per la pubblicità e fermerà il tracciamento dei dati degli utenti per distribuire messaggi pubblicitari personalizzati. Questo meccanismo è possibile grazie alla profilazione dei dati degli utenti. In questo modo Google conosce ad esempio le ricerche e propone pubblicità mirata.

Pubblicità, Google non traccerà più i dati degli utenti

Vi è mai capitato di fare una ricerca sulla rete (ad esempio un cellulare, una casa o una macchina) e poi vedere banner pubblicitari legati proprio alla vostra ultima ricerca mentre navigare su diversi siti? Ecco, dal prossimo anno tutto questo non dovrebbe più avvenire. O comunque il tutto dovrebbe avvenire con un maggior occhio di riguardo alla privacy degli utenti di Google.

Google infatti, abbracciando la lotta per la difesa della privacy, ha fatto sapere che dal 2022 non traccerà più i dati degli utenti per fornire pubblicità personalizzata.

Mantenere Internet aperto e accessibile a tutti richiede a tutti noi di fare di più per proteggere la privacy. E ciò significa porre fine non solo ai cookie di terze parti, ma anche a qualsiasi tecnologia utilizzata per tracciare le singole persone mentre navigano sul Web“, ha dichiarato David Temkin, Director of Product Management, Ads Privacy and Trust.

Google
fonte foto https://www.facebook.com/GoogleIT/

Cosa cambia per gli utenti

Ma cosa cambia dal punto di vista pratico? Google di fatto, in nome della privacy, avrà una profilazione molto più bassa degli utenti. Il colosso del web gioca d’anticipo rispetto all’Europa che, proprio alla luce delle preoccupazioni legate alla privacy, è pronta a confrontarsi con i principali player del settore digitale per riscrivere le regole.


Patto di stabilità sospeso fino al 2023

SpaceX, esplode all’atterraggio il prototipo del razzo che dovrebbe raggiungere Marte