Vladimir Putin sarebbe affetto da Parkinson e potrebbe rassegnare le dimissioni nel 2021: l’indiscrezione del The Sun.

Secondo il quotidiano inglese The Sun, Vladimir Putin sarebbe affetto da Parkinson e starebbe preparando la sua successione al momento delle dimissioni che, secondo le indiscrezioni, dovrebbe rassegnare nel 2021.

Vladimir Putin sarebbe affetto da Parkinson

Il The Sun cita alcune fonti da Mosca, secondo cui Putin, allarmato per le sue condizioni di salute, starebbe pensando alle dimissioni.

Secondo le indiscrezioni, Vladimir Putin avrebbe il Parkinson. La notizia sarebbe emersa dopo che sulla rete è circolato un video che mostra il Presidente alle prese con quelle che secondo alcuni sarebbero evidenti sintomi della malattia.

Il caso ovviamente ha avuto una risonanza mediatica a livello internazionale. Alcuni studiosi hanno visionato i video più recenti di Putin e hanno notato un leggero tremore alle gambe e alcune espressioni del volto che sembrerebbero mostrare una certa sofferenza.

È bene evidenziare che quelle riportate dal The Sun sono solo delle indiscrezioni.

Vladimir Putin
Vladimir Putin

Le dimissioni imminenti?

Le indiscrezioni sulle condizioni di salute di Vladimir Putin sono tornate a circolare con una certa insistenza dopo che è stata presentata una legge per la nomina di Putin a senatore a vita in caso di dimissioni. Legge approvata dal Parlamento, che in questo modo gli garantisce l’immunità penale di fatto fino alla morte.

Le smentite del Cremlino

Dal Cremlino sono arrivate diverse smentite e l’ultima nota riguarda la nomina a senatore a vita. La nomina sarebbe una pratica diffusa in diversi Paesi del mondo.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
politica primo piano Ultima Ora Vladimir Putin

ultimo aggiornamento: 06-11-2020


Speranza, “Senza ridurre gli spostamenti la convivenza con il virus è destinata ad un clamoroso fallimento”

Conte, “Con il Dpcm non vogliamo dare schiaffi a nessuno, il virus è un treno che corre”