Quali medicinali portare in viaggio

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Prima di partire, quando si prepara la valigia e il beauty case, una delle prime cose che ci viene in mente è: Quali medicinali portare in viaggio? Vediamo insieme quelli consigliati.

Un viaggio sia in Europa sia per mete più lontane, può sempre portare con sé dei malesseri come: problemi intestinali, nausea, mal di testa oppure febbre e influenza.

Se si soffre di particolari patologie è necessario portare con sé i medicinali prescritti, altrimenti si potrebbe avere delle difficoltà ad acquistarli nel luogo prescelto per le vacanze. Per questo motivo la scelta dei medicinali da portare o meno in viaggio è molto importante.

Quali farmaci portare in aereo durante il viaggio

quali medicinali portare in viaggio
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/da-tasca-compresse-tablettenkonsum-2324214/

Durante i viaggi aerei, sopratutto quelli molto lunghi, è necessario portare con sé alcuni medicinali. I principali consigliati sono: farmaci per il mal di testa, per la nausea e per la dissenteria.

Chi soffre di mal d’aria, dovrebbe anche premunirsi di medicinali naturali o farmaci appositi per combattere questo malore.

Alcuni per superare la paura del volo, scelgono di assumere calmanti naturali come la valeriana o la passiflora. Si sconsiglia invece, a meno che non siano prescritti dal medico, l’assunzione di ansiolitici, sonniferi e altri medicinali che alterano lo stato psico-fisico.

Quali medicinali portare in vacanza, farmaci concessi e vietati

Viaggiare all’estero, fuori dall’Europa, può comportare delle restrizioni sui medicinali da poter portare o meno. Di solito i farmaci da banco possono essere trasportati nel bagaglio a mano. Tra questi ci sono: 

  • analgesici
  • antidiarroici
  • antibiotici
  • antinfiammatori

In alcuni paesi, non si possono introdurre certi farmaci senza la prescrizione medica. Tra questi ci sono i farmaci oppioidi che devono essere obbligatoriamente accompagnati da una prescrizione medica, tradotta in inglese o nella lingua del luogo in cui ci si reca.

Se si sceglie di andare in vacanza in Thailandia, ad esempio, bisogna ricordare che serve una prescrizione per ogni farmaco, che va dichiarato al proprio arrivo in aeroporto.

I medicinali come l’insulina, quelli per il trattamento del cancro, o di altre patologie specifiche devono essere accompagnati sempre da una ricetta medica, e anch’esse tradotte a seconda della destinazione.

Quali medicinali si possono portare nel bagaglio a mano

Nel bagaglio a mano si possono portare diversi farmaci l’importante che questi non superino i 100 ml e un litro sul totale. Quindi se volete portare con voi le dosi per l’insulina, i fermenti lattici, antibiotici orali, sciroppi per la tosse, potete farlo, a patto che ogni confezione non superi i 100 ml, e sia risposta in una busta trasparente.

Sicuramente i farmaci possono aiutarvi a superare piccoli malanni e fastidi che sorgono in vacanza. In alcuni casi può succedere però di ammalarsi o soffrire di patologie improvvise che non possono essere curate dai farmaci. Per questo motivo prima di partire, si consiglia sempre di stipulare un’assicurazione medica per il viaggio. 

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/cascate-torrente-acqua-buio-grotta-2567310/

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 26-10-2017

Redazione Napoli