Quali sono i lavori del futuro? Le previsioni di Uonioncamere e Anpal alla Fiera Job and Orienta.

In occasione della Fiera Job&Orienta Unioncamere e Anpal hanno presentato il loro studio su quella che dovrebbero essere le figure professionali più richieste nei prossimi cinque anni.

sostituire_voucher_lavoro

Quali sono i lavori del futuro?

A una prima analisi del documento emerge un fattore decisamente rilevante. Molte delle figure professionali in elenco ancora non esistono. Il dato riflette e conferma quanto emerso negli ultimi anni, con l’innovazione tecnologica che ha rivoluzionato usi e costumi portando all’esigenza di creare nuovi sbocchi lavorativi e nuovi professionisti in grado di controllare, ottimizzare e far rendere le nuove tecnologie.

Prosegue l’innovazione digitale

Stando ai dati dello studio, le società avranno bisogno di assumere tra i 210 e i 267.000 dipendenti con elevate competenze e conoscenze in ambito digitale. Le figure professionali ricercate saranno quelle di esperti nell’analisi dei dati, sicurezza informatica, Social Media Manager e intelligenza artificiale, con l’ultima frontiera che negli ultimi anni ha fatto registrare importanti passi in avanti e si prepara a invadere il mercato.

La tutela del pianeta

Nuovi sbocchi lavorativi saranno necessari per fronteggiare la crisi ambientalista del pianeta. Le società investiranno dunque su esperti nella gestione dell’energia (possibilmente rinnovabile) e esperti di marketing ambientale.

abiti da lavoro

Emergenza Sanità

Non sorprende invece la grande richiesta che viene dal mondo della Sanità. Già ad oggi, a fronte delle centinaia di migliaia di persone che sostengono i concorsi, medici e infermieri sono meno di quelli che servirebbero per garantire un servizio efficiente.

Spazio a docenti ed esperti in comunicazione

Nei prossimi cinque anni dovrebbero tornare alla ribalta anche docenti e traduttori, mentre continuerà l’ascesa di esperti in comunicazione e organizzatori di eventi. La previsione è che ci sarà anche un impegno rivolto alla cultura, da anni trascurata per quanto riguarda la conservazione del patrimonio artistico.

Addetti alla logistica e trasportatori

Tra le sorprese dei prossimi cinque anni troviamo le centomila assunzioni (poco meno) di personale addetto alla logistica, siano essi controllori di volo – ad esempio – o conducenti di mezzi pesanti.

 

Fonte foto copertina: https://pixabay.com


Manovra, nuova stretta sui migranti: via il fondo per l’assistenza sanitaria

Manovra, Moscovici fiducioso: toni cambiati. Il dialogo è intenso