Qualificazioni Mondiali 2022, Italia-Lituania. Gli Azzurri riscattano il pareggio ottenuto contro Bulgaria e Svizzera battendo per 5-0 gli ospiti a Reggio Emilia

Ultima partita di settembre per l’Italia di Roberto Mancini! Gli Azzurri sfidano la Lituania al Mapei Stadium di Reggio Emilia nella sesta giornata del gruppo C delle qualificazioni europee per i Mondiali in Qatar 2022. I padroni di casa continuano la propria striscia di imbattibilità battendo 5-0 gli ospiti cambiando marcia dopo i pareggi con Bulgaria e Svizzera. I gol di Kean e Raspadori, di cui uno assegnato a Utkus per autogol, e di Di Lorenzo consegnano tre punti fondamentali considerando anche il pareggio della Svizzera contro l’Irlanda del Nord.

CRONACA ITALIA-LITUANIA

Primo tempo

È un’Italia subito all’arrembaggio, soprattutto dopo gli ultimi due pareggi durante le qualificazioni. Ed è per questo motivo che gli ospiti colgono gli Azzurri sbilanciati e con Verbickas sfiorano il vantaggio! Poco dopo, ancora a volo il miglior uomo lituano ci riprova ma Donnarumma blocca. Intanto l’Italia cresce e prima Biraghi e poi Raspadori ci provano senza successo. All’11^ però, errore di Novikovas e Kean punisce subito da posizione defilata. Tempo di esultare e il beniamino di casa, Giacomo Raspadori, si gira al limite e di sinistro spiazza Serkus con complicità di Utkus.

La troupe di Roberto Mancini sembra tornata sui livelli degli Europei, con Federico Bernardeschi in gran spolvero tra le giocate in collaborazione con Raspadori e i lanci lunghi per Kean. Proprio il giocatore del Sassuolo sbaglia prima una conclusione, poi manovra un’azione e su cross di Di Lorenzo insacca il primo gol azzurro. Un dominio totale che permette di calare il poker alla mezz’ora con la doppietta di Kean che al volo accoglie l’assist del #10 bianconero. Raspadori va vicinissimo alla cinquina con una girata in area mentre Bernardeschi sfiora il palo: gli Azzurri terminano il primo tempo avanti di 4 reti a 0.

Secondo tempo

Pronti, via: dopo alcuni cambi, la squadra di Mancini parte ancora a razzo grazie ad un Bernardeschi ispirato. Calabria dal nulla inventa dalla sinistra e su una deviazione si catapulta Raspadori che sigla la doppietta personale ma in offside. Poco male perché Di Lorenzo incanta con un pallonetto da fuori area per il 5-0 su assist di Berna. Ad incantare è Kean che va più volte vicino al gol nella continua girandola di cambi e l’assenza di vere occasioni da gol della Lituania. Scamacca e Berardi ci provano a più riprese nella seconda fase del secondo tempo ma l’imprecisione e il momento positivo di Setkus permettono alla Lituania di non subire ulteriori reti. Castrovilli sfiora il gol colpendo il palo con il destro ma la sorte non aiuta né lui né Berardi su punizione. Italia-Lituania termina dunque 5-0 con Mancini che torna a sorridere.

Qualificazioni Mondiali 2022, Italia-Lituania 5-0: dominio azzurro a Reggio Emilia

Italia-Svizzera 5-0

Marcatori: Kean (I) 11′ e 29′, Utkus (AU) 14′, Raspadori (I) 24′, Di Lorenzo (I) 55′

Arbitro: Sig. Craig Pawson (Inghilterra)

Note: 1′ di recupero (1T), gol annullato a Raspadori al 52′ per fuorigioco, ammonito Klimavicius, 2′ di recupero (2T)

Formazioni

ITALIA (4-3-3): Donnarumma (dal 46′ Sirigu), Di Lorenzo, Acerbi, Bastoni, Biraghi (dal 46′ Calabria); Pessina, Jorginho (dal 62′ Castrovilli), Cristante; Bernardeschi (dal 61′ Scamacca), Kean (dal 73′ Berardi), Raspadori.

LITUANIA (4-2-3-1): Setkus; Lasickas, Klimavicius (dal 83′ Tutyskinas), Utkus (dal 46′ Satkus), Slavickas (dal 46′ Barauskas); Dapkus (dal 46′ Megelatis), Silvka; D. Kazlauskas, Verbickas, Novikovas; Dubickas (dal 73′ Uzela).

Roberto Mancini ai microfoni Rai: “Bravi a segnare così tanto: a settembre tutti sbagliano”

“Nonostante tutto, i giocatori sono stati bravi in campo. La Lituania non è una squadra da grande valore ma bisogna sempre vincere e non è facile far 5-6 gol. Pareggio Svizzera con l’Irlanda del Nord? Buon per noi ma a settembre tutti possono sbagliare. Raspadori è un ragazzo giovane che può far bene ma deve fare esperienza. Squadra con idee definite e con un gran futuro. Trittico complicato con Jorginho che ha fatto gli straordinari considerando anche i vari forfait.”

Moise Kean: “Non facile vedere la Nazionale da casa: voglio fare bene”

“Importante riprendere a giocare con questa maglia. Non è stato facile vedere l’Italia da casa ma ho sempre tifato e gioito per la coppa. Il nostro lavoro e la nostra serietà sono fondamentali per continuare a fare bene. Sto lavorando anche sulla testa piazzandomi dei nuovi obiettivi anche in base a ciò che vogliono i miei compagni. L’esperienza a Parigi mi è servita molto: a Torino voglio fare bene! Il mio nome è “Kin”!”


Europei ciclismo, Italia subito protagonista nella cronostaffetta mista: arriva il titolo continentale

Qual. Mondiali 2022, i risultati della sesta giornata