Riaperture, quando sarà posticipato il coprifuoco: le ipotesi e le date da segnare sul calendario. E come potrebbero cambiare le regole.

Archiviata la mozione di sfiducia nei confronti del ministro della Salute Roberto Speranza, torna alla ribalta la discussione sul coprifuoco: quando sarà posticipato? Molto dipenderà dall’andamento della curva dei contagi, ma ci sono almeno tre date-chiave da cerchiare sul calendario.

Il check a metà maggio

L’ordine del giorno approvato alla Camera è stato accolto come un successo da diverse forze politiche ma in realtà rappresenta una conferma di quanto avevano detto il premier Draghi e il ministro della Salute Speranza.

“La maggioranza impegna il governo nel mese di maggio a valutare, sulla base dell’andamento del quadro epidemiologico oltre che dell’avanzamento della campagna vaccinale, l’aggiornamento delle decisioni prese con il decreto-legge n. 52 del 2021, anche rivedendo i limiti temporali di lavoro e spostamento“, è il testo dell’ordine del giorno.

In poche parole intorno alla metà di maggio si procederà con una valutazione epidemiologica della situazione e si valuteranno nuove riaperture. Nulla di diverso da quanto comunicato dal Presidente del Consiglio e dal Ministro della Salute.

Montecitorio Parlamento
Montecitorio

Quando sarà posticipato il coprifuoco

La prima data da cerchiare sul calendario è quella del 14 maggio, quando si procederà con una verifica sulla situazione epidemiologica e saranno chiari gli effetti delle riaperture del 26 aprile. Prima della metà del mese di maggio infatti è difficile comprendere le conseguenze delle riaperture in termini di nuovi contagi, ricoveri e decessi. Quella del 14 di maggio è la prima data buona per la valutazione, ma non si esclude, per quanto improbabile, che il governo possa decidere di posticipare la riflessione sul coprifuoco.

In un primo momento, con ogni probabilità, il coprifuoco sarà posticipato e non cancellato. Resta da capire in che modo. La prima ipotesi è quella che circola da tempo e che potrebbe passare senza eccessive difficoltà anche il giudizio del fronte rigorista: posticipare l’inizio del coprifuoco alle 23, quindi di un’ora. La seconda ipotesi è quella di posticipare la chiusura dei locali alle 23 e quindi l’inizio del coprifuoco a mezzanotte.

Ma da quando sarà posticipato il coprifuoco? Se i dati del 14 maggio dovessero essere positivi, le regole potrebbero cambiare già a partire dal 17 maggio. In caso contrario si attenderà una settimana e si passerà per una nuova valutazione dei dati.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 29-04-2021


Stati Uniti, Biden al Congresso: stretta su armi, riforma della polizia e tasse ai ricchi

Mattarella, “La ripresa dei pieni ritmi della vita dell’Italia produrrà una nuova stagione di sviluppo, più equo e sostenibile”