Discussioni e valutazioni in corso sul Green Pass a lavoro: quanto costerebbero allo Stato i tamponi per i lavoratori non vaccinati.

Arrivati al 15 ottobre, il Green Pass è obbligatorio anche a lavoro. La stretta decisa dal governo ormai a settembre continua a far discutere e anche nello schieramento della maggioranza c’è chi chiede di intervenire sui tamponi. In che modo? Abbassandone i prezzi, come proposto da Giuseppe Conte (ma non solo) o rendendoli gratuiti per lavoratori e aziende. Renderli gratuiti per lavoratori e aziende significa farli pagare allo Stato, dal punto di vista pratico. E quanto costerebbero allo Stato i tamponi per tutti i lavoratori senza vaccino? Incrociando i dati a disposizione è possibile fare una stima non esatta ma credibile.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Le stime di Beppe Grillo

Fino alla fine del mese di dicembre, quando scade lo stato di emergenza e quindi l’obbligo di Green Pass per i lavoratori, il costo per lo Stato si attesterebbe intorno al miliardo. Questo secondo i calcoli fatto dal Garante del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo nel post pubblicato sul suo blog con il quale ha chiesto di rendere i tamponi gratuiti per aziende e lavoratori.

Beppe Grillo
Beppe Grillo

I dati della Fondazione Gimbe: quanto costerebbero allo Stato i tamponi per i lavoratori non vaccinati

Beppe Grillo sembra non allontanarsi troppo dalla situazione reale. Secondo i dati della Fondazione Gimbe, i lavoratori non vaccinati sono circa 3,8 milioni. Si stima che il costo a persona ammonti a circa 180 euro al mese. Il dato viene fuori ipotizzando una settimana lavorativa di cinque giorni e un costo di 15 euro a tampone. La stima quindi è di una spesa complessiva superiore al miliardo.

La fornitura di test

Esiste poi un problema pratico, ossia quello della fornitura di tamponi. Preoccupano i test effettivamente a disposizione, che potrebbero non soddisfare la richiesta, e i tempi necessari per processare i test.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 15-10-2021


Il marchio Alitalia finisce nel cassetto: la nuova compagnia si chiama Ita Airways, gli aerei sono azzurri con il tricolore sulla coda

Ecobonus, congedi, quarantena e Reddito di Cittadinanza: cosa prevede il decreto Fisco