La quarantena Covid non è più coperta dall’Inps: per il lavoratore si prospetta un danno da seicento euro circa in busta paga.

In vista del ritorno a lavoro tiene banco il caso della quarantena per il Covid, che non sarà più a carico dell’Inps, che ha esaurito i fondi a disposizione.

Le nuove regole della quarantena Covid

Le persone che hanno avuto un contatto stretto con un soggetto positivo al Covid dovranno trascorrere sette giorni in quarantena nel caso in cui siano vaccinate. Nel caso in cui non siano vaccinate la quarantena sarà di dieci giorni. Per quanto riguarda i lavoratori, si tratta di giorni che non saranno più a carico dell’Inps, che ha finito i fondi a disposizione. Ma quindi chi paga?

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

INPS
fonte foto https://www.facebook.com/INPS.PerLaFamiglia/

Un danno da seicento euro per il lavoratore

Le associazioni di categoria parlano di una stangata destinata a ricadere sui datori di lavoro. Ma il grande problema è che non tutte le aziende sono intenzionate a coprire i costi della quarantena, che a quel punto ricadono sul lavoratore. Secondo le stime di Unimpresa, se le aziende non dovessero coprire le spese per i lavoratori ci sarebbe un danno da seicento o settecento euro circa per dieci giorni di assenza.

Coronavirus Covid
Coronavirus

La preoccupazione dei sindacati

Anche i sindacati hanno espresso la propria preoccupazione per un pasticcio normativo che ha lasciato un vuoto difficile da colmare. Proprio i sindacati hanno chiesto al governo di intervenire con la massima urgenza per rifinanziare la cassa dell’Inps, che tornerebbe così a gestire la situazione coprendo i costi.

Sindacati e imprese sperano che si possa arrivare ad una soluzione entro la fine del mese di agosto, ma lo scenario sembra decisamente troppo complesso per essere risolto in così poco tempo.

ultimo aggiornamento: 24-08-2021


Le auto più costose dei calciatori

Borse 24 agosto, mercati asiatici ancora in positivo. Milano in calo