Europa League, quarti di finale: Lazio e Arsenal da poker, ok Atletico e Lipsia

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

La sintesi delle gare d’andata dei quarti di finale di Europa League.

Grande serata di calcio, con i quarti di finale di Europa League, che hanno visto in campo squadre blasonate e giocatori di grande talento darsi battaglia e mettere a segno numerosi gol di ottimo valore. E anche l’Italia, dopo le debacle in Champions, torna a sorridere grazie la Lazio di Simone Inzaghi.

Europa League, Lazio-Salisburgo

Inizio positivo per la squadra di Inzaghi, che passa in vantaggio dopo otto minuti con Lulic, che sfrutta il ‘buco’ di Immobile e mette dentro su assist di Basta. Il Salisburgo trova però il pareggio su un discusso rigore fischiato dall’arbitro con alcuni secondi di ritardo. Nel finale della prima frazione negato invece un penalty ai biancocelesti, tornati negli spogliatoi nervosi e senza risparmiarsi polemiche.

La Lazio non ci sta, e a inizio ripresa trova subito il nuovo vantaggio con un bel tacco di Marco Parolo su assist di Luis Alberto. Sono diverse le occasioni per i biancocelesti, che però mancano il 3-1. Arriva allora d’improvviso la rete del pareggio austriaco, con il giapponese Minamino, che va a segno a pochi secondi dall’ingresso in campo. La reazione degli uomini di Inzaghi è ancora rabbiosa, e stavolta si concretizza con una magnifica rete in solitaria di Felipe Anderson. Il Salisburgo subisce il colpo e, di fatto, si scioglie, permettendo a Immobile di mettere a segno anche la rete del poker.

Europa League, Atletico Madrid-Sporting Lisbona

Passano ventidue secondi e l’Atletico passa subito in vantaggio con Koke, che approfitta di un clamoroso errore di Coates. Lo Sporting non sfigura, ma nel finale del primo tempo regala ancora un gol ai padroni di casa, con Griezmann che approfitta della dormita dell’ex Barça Mathieu.

Ripresa che continua con ritmi bassi. Lo Sporting non fa male ed è l’Atletico a sfiorare in più occasioni la rete del 3-0, senza però riuscire a trovarla. Nel finale clamorosa occasione per i portoghesi, fallita da Montero.

@koke6 gives @atleticodemadrid a dream start 👌 Best midfielder in the #UEL?

A post shared by UEFA Europa League (@europaleague) on

Europa League, Arsenal-Cska Mosca

Partita divertente all’Emirates. L’Arsenal passa in vantaggio dopo nove minuti con Ramsey, si fa riacciuffare su punizione da Golovin, rischia di subire il sorpasso ma riesce a ripassare in vantaggio con Lacazette su rigore. Nonostante la gara rimanga aperta, le occasioni per i Gunners fioccano, e presto arrivano le doppiette di Ramsey e Lacazette, che di fatto mettono già in cassaforte la qualificazione per gli uomini di Wenger.

Anche nella ripresa il ritmo è forsennato, ed è l’Arsenal ad andare più volte vicino alla quinta marcatura. Non mancano però i brividi dalle parti di Cech. Alla fine il risultato rimane bloccato su un durissimo 4-1 per i londinesi.

Europa League, Lipsia-Marsiglia

Gara equilibrata a Lipsia, con entrambe le squadre che sfiorano il vantaggio. Il Marsiglia sembra esserci più vicina quando Sarr colpisce una clamorosa traversa, ma nel finale di primo tempo un contropiede micidiale dei tedeschi viene messo trasformato da Timo Werner, che porta i padroni di casa sull’1-0.

Nel secondo tempo prova a riportare in parità la gara il Marsiglia di Garcia, ma non riesce a far male a una difesa tedesca quest’oggi piuttosto solida.

😱 @timowerner 💪 Name your 🔝 3 strikers under 23 years old…

A post shared by UEFA Europa League (@europaleague) on

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 05-04-2018

Mauro Abbate