Da Elliott a Gazidis, passando per Boban-Maldini: Milan, hai troppe anime!

Questo Milan è una Babele: proprietà e dirigenza parlano lingue diverse

Proprietà e dirigenza in casa Milan parlano lingue diverse: Elliott da una parte, Boban e Maldini dall’altra, provengono da mondi opposti

La Gazzetta dello Sport, nel suo approfondimento odierno sul Milan, ha sottolineato come la società di via Aldo Rossi sia gestita da anime differenti. Uomini che provengono da mondi opposti: personalità magari difficili da far cooperare assieme. Se da una parte Elliott cerca di far quadrare i conti, gestendo il mondo rossonero come qualsiasi altra azienda, per Boban e Maldini il discorso è differente. Loro, con questa maglia, hanno vinto tutto: per i calciatori le questioni di campo non potranno mai essere equiparate a problematiche meramente economiche e numeriche.

“Maldini punge, Elliott in silenzio: le molte anime del nuovo Milan”

E’ chiaro – evidenzia la Gazzetta – come nel Milan di questi tempi ci sono dissonanze notevoli. Questione di sensazioni, ambizioni, facce esibite e parole nascoste. L’intervista di Maldini a Sky ha portato alla luce quello che si sapeva. Nel Milan ci sono mondi che si parlano e altri che si comprendono un po’ meno“.

Paolo (Maldini, ndr) non è uno che parla facilmente. Stavolta ha rotto gli indugi. L’espressione mercato a zero definisce una certa insoddisfazione. Dalla proprietà neppure una parola. Elliott mantiene il silenzio: lo staff tecnico ha piena libertà sul mercato, ma dipende da un budget definito dalle possibilità del Milan di questi tempi. Maldini e Boban, con il d.s. Massara, godono di una libertà limitata, visto che per esempio sono mancati i soldi per il giocatore di esperienza ritenuto necessario per un gruppo giovane“.

Elliott Boban Gordon Singer
fonte foto https://www.facebook.com/acmilanks/

“Dove si trovano i fondi? Il problema di un club con molte anime”

In tutto questo, però, dove si troveranno i fondi, visto che il bilancio è gravemente in rosso? Questo è il problema di un club con molte anime. A ciascuno il suo, i responsabili dell’area tecnica restano nell’area tecnica e per questo Elliott non ribatte a Maldini, ma i problemi non mancano. Da grande ricco, il Milan è scivolato nella categoria dei nuovi poveri e risalire non sarà facile, ma Elliott non si schiererà mai contro la Uefa. E resta il fatto che l’impresa risalita è complicata anche per un monumento del calcio come Maldini“.

ultimo aggiornamento: 27-10-2019

X