Ragazza di 12 anni violentata durante il lockdown a Fondi. Tre persone sono state arrestate.

FONDI (LATINA) – Una ragazza di 12 anni sarebbe stata violentata durante il lockdown a Fondi. Un episodio, come scritto dall’Ansa, reso noto dalla polizia solo dopo diverse settimane.

Per il presunto abuso sessuale tre persone sono finite in manette. Un provvedimento di fermo “per il grave quadro probatorio e per il sussistente pericolo di fuga“. Sono in corso tutti gli accertamenti per accertare quanto successo.

Ragazza violentata a Fondi

Gli abusi, secondo quanto scritto dall’Ansa, sarebbero avvenuti durante il periodo del lockdown. Le persone fermate era ospiti nella casa dei genitori della vittima e, approfittando dell’assenza del padre per motivi di lavoro, hanno violentato in diverse occasioni la giovane.

I tre, di origini indiane come la famiglia, le avrebbero intimato di non raccontare nulla ai genitori. Un silenzio durato per qualche settimana, ma la ragazzina subito dopo ha raccontato tutto alla madre. E’ stata proprio la donna a presentare la denuncia e a far partire le indagini. Accertamenti che hanno portato al fermo di tre uomini, allontanati per altre ragioni dall’abitazione lo scorso luglio. Un vicenda che ha ancora diversi punti da chiarire.

Auto polizia
Auto polizia

Le indagini

Le indagini sono ancora in corso. Due dei fermati sono stati rintracciati sempre nel territorio di fondi, il terzo in provincia di Pordenone. La Procura ha deciso per una misura cautelare in carcere “per il grave quadro probatorio e il pericolo di fuga“. I tre sono ancora in attesa di regolarizzazione nel nostro Paese.

La giovane vittima nelle scorse settimane è stata ascoltata dagli agenti per cercare di ricostruire meglio quanto successo. Non sarà semplice per la piccola dimenticare quanto successo. Violenze avvenute in più di un’occasione durante il periodo del lockdown in un appartamento a Fondi, paesino della provincia di Latina.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca lockdown violenza sessuale

ultimo aggiornamento: 22-10-2020


Cadavere trovato in un bosco vicino ad Anzio, indagini in corso

Coronavirus, tamponi rapidi in farmacia. Aifa: “Anticorpi monoclonali a inizio 2021”