Una ragazza di 15 anni è stata investita e uccisa da un treno a Fabriano. Aperta un’indagine per accertare quanto successo.

FABRIANO (ANCONA) – Una ragazza di 15 anni è stata investita e uccisa da un treno a Fabriano nel pomeriggio di mercoledì 7 luglio. La tragedia, come scritto da Il Messaggero, è avvenuto sulla linea Ancona-Orte e sono diversi i punti da chiarire su questa vicenda.

La giovane, secondo le prime informazioni era senza zaino o bagaglio e quindi non si esclude il gesto estremo. Sono in corso gli approfondimenti e nelle prossime ore ci potrebbero essere importanti novità.

Giovane travolta e uccisa da un treno, indagini in corso

Le indagini su quanto successo sono ancora in corso. Dalle prime ricostruzioni, il macchinista si è trovato davanti la ragazza e non ha fatto in tempo a frenare per evitare l’impatto. Le condizioni della 15enne sono sembrate molto gravi e i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

La Procura ha aperto un’inchiesta per accertare meglio l’accaduto. L’assenza di un bagaglio e di uno zaino potrebbe far pensare ad un gesto estremo, ma nessuna pista è esclusa almeno fino a quando non si hanno delle prove certe. Gli approfondimenti sono in corso e presto ci potrebbero essere importanti novità.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Disagi alla circolazione

L’incidente ha provocato alcuni disagi alla circolazione. Le Ferrovie hanno autorizzato la ripresa dei passaggi dei convogli sui binari coinvolti dall’incidente intorno alle 18:10 e non sono mancati ritardi e rallentamenti. La situazione dovrebbe tornare alla normalità nelle prossime ore e non si sembrano essere ulteriori disagi.

Tragedia che ha ancora diversi punti da chiarire. Gli inquirenti non escludono neanche l’ipotesi di un gesto volontario da parte della giovane. E nelle prossime ore ci potrebbero essere importanti novità sull’accaduto.


Incidente sul lavoro nel Bresciano, morto un imbianchino

Covid, il governo alla sbarra per i morti in Lombardia. Al via il processo