Una ragazza di 14 anni è morta di meningite batterica a Sassari. La famiglia ha autorizzato la donazione degli organi.

SASSARI – Una ragazza di 14 anni è morta di meningite batterica a Sassari nel giorno di Capodanno. La tragedia è stata riportata dai quotidiani locali che hanno spiegato come le condizioni della giovane, ricoverata domenica 29 dicembre 2019, si sono aggravate negli ultimi giorni.

I medici non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell’adolescente. Una vicenda che ha sconvolto l’intera comunità sassarese visto che episodi simili non accadono tutti i giorni.

Una ragazza di 14 anni morta a Sassari

La ragazza di 14 anni è morta nel reparto di rianimazione dell’ospedale civile di Sassari. Il ricovero, secondo quanto precisato dai quotidiani locali, è avvenuto domenica 29 dicembre 2019 per l‘aggravarsi delle condizioni. I controlli hanno confermato una meningoencefalite batterica, non menigococcica.

I medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della giovane avvenuto nella giornata di Capodanno. Non essendo una forma riconducibile a un virus, le autorità non hanno attivato i protocolli di profilassi. Massimo riserbo sul nome della vittima per volere dei familiari che hanno preferito rimanere chiusi nel proprio dolore. Una morte che lascia attonita l’intera comunità sassarese.

Ospedale
Fonte foto: https://www.facebook.com/pages/Ospedale-Pediatrico-Salesi/

Autorizzata la donazione degli organi. I medici rassicurano: “Nessun rischio contagio”

La famiglia ha dato il proprio ok all’autorizzazione degli organi con l’espianto che ha riguardato polmoni, fegato e reni. Nessun rischio contagio per il futuro paziente che riceverà gli organi della giovane ragazza di 14 anni.

Il processo della donazione – ha spiegato Paola Murgia citata dall’Ansa – prevede tutto un percorso di valutazione di idoneità degli organi e in questo intervengono non solo tutti i professionisti sanitari dell’ospedale, ma anche quelli del centro regionale per i trapianti e della rete di sicurezza del centro nazionale trapianti, che si avvale di massimi esperti”.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pages/Ospedale-Pediatrico-Salesi/


Maltempo, inondazioni in Indonesia: almeno 53 morti

Violenza di Capodanno denunciata a Udine, indagini in corso