Ragazza violentata a Genova nei primi giorni di marzo. Due gli arresti.

GENOVA – Una ragazza è stata violentata a Genova nei primi giorni di marzo. La notizia, come riportato da La Repubblica, è stata resa nota dalla polizia solo dopo il fermo dei presunti colpevoli. Si tratta di quattro ragazzi di età compresa tra i 21 e i 35 anni. Per due di loro è stata decisa la misura cautelare in carcere mentre le altre due sono state sottoposte all’obbligo di permanenza nel proprio comune di residenza.

Le indagini hanno portato alla scoperta di gravi elementi di responsabilità e alla ricostruzione della dinamica delle condotte criminose.

La vicenda

L’episodio di violenza sessuale sarebbe avvenuto in una notte nei primi giorni di marzo. Dopo aver trascorso una serata in discoteca, i quattro hanno deciso di riaccompagnare a casa una conoscente. Arrivati nell’abitazione, il gruppo ha approfittato dello stato di ubriachezza della ragazza per costringerla a subire plurimi atti sessuali completi.

Una notte da incubo per la giovane che è riuscita a raccontare nei dettagli quanto accaduto alla Squadra Mobile. E proprio dalla sua denuncia sono partite le indagini che hanno portato al fermo dei quattro ragazzi.

Polizia italiana
Polizia italiana

Le indagini

La denuncia della giovane ha portato la Procura di Genova ad aprire un fascicolo per risalire all’identità di queste persone. L’attività investigativa è continuata nonostante il lockdown con gli inquirenti che hanno visionato tutti i filmati del sistema di videosorveglianza urbano.

Nei giorni scorsi il magistrato ha emesso un mandato di custodia cautelare in carcere nei confronti di due dei quattro indagati. Per gli altri l’obbligo di permanenza nella propria città di residenza. Un incubo che per la giovane sembra essere finito anche se non sarà semplice dimenticare quanto successo in una notte di inizio marzo poco prima della chiusura per l’emergenza coronavirus.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca genova polizia violenza sessuale

ultimo aggiornamento: 20-06-2020


Palamara espulso dall’Anm. “Non farò il capro espiatorio”. Salvini, ‘Primo segnale ma non basta’

La Mare Jonio soccorre 67 migranti e lancia l’allarme: “Uomini, donne e bambini annegano in silenzio”