Cinque ragazzi sono indagati per aver violentato due minorenni a Savona. Gli inquirenti stanno effettuando gli approfondimenti del caso.

SAVONA – Cinque ragazzi sono stati iscritti sul registro degli indagati perché sospettati di aver violentato due minorenni in provincia di Savona. Secondo quanto riportato da La Repubblica, la vicenda sarebbe avvenuta nei giorni scorsi in un garage di Alassio.

Al momento le accuse sono quelle di violenza sessuale di gruppo e adescamento di minori. Ma i giovani avrebbero girato anche un video finito sui social. E, se confermato, potrebbe esserci anche un fascicolo per revenge porn e accertamenti sui cellulari dei giovani.

La vicenda

La vicenda risale a diverse settimana fa. Le due ragazze, secondo il primo racconto, sarebbero state violentate in un garage ad Alassio. Un abuso venuto fuori solo dopo qualche giorno grazie alla forza di raccontare tutto ai genitori. Sono stati loro a denunciare l’accaduto e da qui è partita l’indagine dei carabinieri.

Gli inquirenti hanno preferito condurre l’inchiesta nel massimo riserbo anche nel rispetto delle due vittime. La notizia è stata resa nota solamente dopo l’iscrizione sul registro degli indagati da parte dei cinque ragazzi, uno di loro è anche minorenne. Nessuna ipotesi è esclusa e nelle prossime settimane potrebbero esserci importanti novità in questa vicenda.

Carabinieri
Carabinieri

Il legale di uno degli indagati: “Non ci sono state misure cautelari”

Intercettato dai microfoni dell’Ansa, il legale di uno degli indagati ha confermato che “non ci sono misure cautelari e il mio assistito è a disposizione della magistratura per chiarire meglio quanto successo. Nelle prossime settimane sarà nominato un perito per analizzare i cellulari e i supporti informatici. Le indagini sono ancora in corso“.

Le indagini nelle ultime settimane si sono concentrate principalmente sul presunto video finito sui social. Presto saranno ispezionati i dispositivi dei cinque per cercare di ricostruire meglio quanto successo in quel garage.


Neonato morto dopo il parto in uno studio di ostetrica, aperta inchiesta per omicidio colposo

Cinema in lutto, è morto Charles Grodin