Per i ragazzi, messaggiare crea dipendenza come il gioco d’azzardo

Secondo uno studio americano, messaggiare di continuo come fanno alcuni teenager, potrebbe creare una forma di dipendenza come il gioco d’azzardo.

chiudi

Caricamento Player...

Lo studio, intitolato Psicologia della cultura popolare dei media – Il ruolo della scrittura compulsiva di messaggi nel rendimento scolastico, prende in analisi il comportamento di 403 teenager americani, soprattutto in funzione del loro rapporto con lo studio.

Alcuni dati sono la conferma di quello che tutti possono facilmente immaginare: maggiore è il tempo speso con lo smartphone in mano, minore è il tempo dedicato ad altre attività. In alcuni casi questo prende davvero la connotazione di un disturbo, ed ecco che messaggiare diventa una vera dipendenza. In più, lo studio dimostra che nei casi più gravi, il comportamento di chi passa troppo tempo a messaggiare è del tutto simile a chi ha un problema di dipendenza dal gioco d’azzardo. Come in tutti i comportamenti compulsivi, chi ne è affetto tende a non riuscire a diminuire o smettere, perde il sonno e spesso racconta bugie per nascondere le sue abitudini.

Dipendenza e scuola

Non si tratta comunque solo del numero di messaggi inviati, ma anche di quanto tempo si passa in generale davanti allo smartphone, anche solo a leggerli o ad aspettare che ne arrivino. Nei casi più gravi il rendimento scolastico ne risente, ma su questa parte dello studio ci sono ancora dubbi. Secondo alcuni infatti il problema non è tanto nel messaggiare in sé, quanto nel fatto che i più giovani tendono a spezzare spesso la loro attenzione. Messaggiare, insomma, è solo una delle distrazioni possibili.

Fonte foto copertina:Teenage girl texting while reading a manga 1” di OlybriusOpera propria. Con licenza CC BY 3.0 tramite Wikimedia Commons.