Un ragazzo di 17 anni è stato accoltellato a Rho, in provincia di Milano. Il giovane non sarebbe in pericolo di vita.

RHO (MILANO) – Un ragazzo di 17 anni è stato accoltellato a Rho, in provincia di Milano, al culmine di una lite nel pomeriggio di mercoledì 9 giugno. Secondo quanto riferito da La Repubblica, il giovane sarebbe stato protagonista di una discussione con un gruppo di coetanei nelle vicinanze della stazione ferroviaria.

All’improvviso, però, uno dei protagonisti di questa lite ha estratto un coltello e colpito il suo rivale al costato sinistro, alla mano destra e alla schiena. Trasportato in ospedale, i medici hanno sottoposto il ferito alle prime cure. Il 17enne non sarebbe in pericolo di vita.

Lite tra impiegati delle Poste, accoltellato un impiegato

E’ in corso un’indagine per accertare meglio quanto successo a Mestre in un ufficio postale. Secondo quanto riportato dall’Ansa, nella giornata di mercoledì 9 giugno è scoppiata una lite tra un addetto alla lavorazione della corrispondenza e un suo collega.

Quest’ultimo, fermato dalla polizia con l’accusa di tentato omicidio, avrebbe preso un coltello e colpito con alcuni fendenti il collega. Le condizioni del 37enne non sarebbero gravi e il suo aggressore è stato arrestato dagli inquirenti subito dopo l’aggressione.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Rissa a coltellate a Bologna, tre feriti

Momento di tensione anche a Bologna dove tre persone sono rimaste ferite al culmine di una lite. Ad avere la peggio, secondo quanto scritto dall’Ansa, sarebbe stata una donna di origine cinese e colpita da un fendente all’addome e trasportata d’urgenza in ospedale.

Le condizioni delle altre due persone ferite non sembrano essere gravi. E’ stata aperta un’indagine per cercare di ricostruire meglio l’accaduto. Non è chiaro se ci sono altre persone coinvolte in questa vicenda oppure i feriti si sono presi a coltellate tra di loro.


I verbali della Task force: a inizio febbraio 2020 niente virus in Italia

10 giugno 1981, Alfredino Rampi cade in un pozzo. La speranza si spegne dopo 60 ore