Ragusa, 39enne nigeriano arrestato per maltrattamenti in famiglia

Un uomo di 39 anni è stato arrestato a Ragusa per maltrattamenti in famiglia. Il nigeriano è accusato di violenze sessuali ai danni della compagna e della figlia.

RAGUSA – La Polizia di Stato ha eseguito la notifica di custodia cautelare per un 39enne di origine nigeriane. L’uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia e di violenza sessuale nei confronti della compagna e della figlia. Al termine delle indagini i giudici hanno ritenuto che per gli indizi colpevolezza trovati era obbligatoria una misura cautelare in carcere vista la pericolosità dell’indagato.

Ragusa, 39enne fermato per violenza sessuale ai danni della compagna e della figlia

L’indagine è partita nei giorni scorsi quando la donna in strada chiedeva aiuto ai passanti. La vittima ha raccontato agli inquirenti di essere stata picchiata dal compagno anche se l’uomo non ha mai confermato questa deposizione. Ma i controlli medici hanno dato ragione alla compagna che è riuscita con il tempo a confessare gli abusi che subivano lei e la figlia 12enne. Questo ha portato al fermo dell’uomo che ora sarà ascoltato dai magistrati nell’incontro di garanzia.

Una vicenda che non sarà semplice da dimenticare per la mamma e per la figlia. Le due dovranno provare a ripartire da zero per ricostruirsi una vita e dimenticare tutti gli abusi e le violenze che hanno subito in questo periodo. Un episodio che ha sconvolto l’intera città di Ragusa.

Violenza donna
Violenza donna

Ragusa, uomo arrestato per maltrattamenti: indagini in corso

Le indagini non si fermano con gli inquirenti che vogliono capire se si è trattato di episodi isolati oppure il 39enne in passato è stato protagonista di altri episodi simili. I due, dopo essere sbarcati in Italia in circostanze diverse, hanno vissuto per un periodo in una struttura di accoglienza. E non è escluso che proprio lì ci possano essere stati abusi da parte del nigeriano. Ma prima di formulare delle ipotesi più certe bisognerà attendere la conclusione degli accertamenti.

ultimo aggiornamento: 30-05-2019

X