Milano, raid contro i migranti e scritte pro Salvini

La tensione a Milano resta alta sui migranti: scritte pro Salvini in una scuola che aiuta i profughi. Al lavoro bambini e genitori per pulire.

MILANO – La questione dei migranti resta un argomento molto caldo in Italia. Secondo quanto riportato dall’ANSA, i bambini e i loro genitori sono al lavoro per ripulire la scuola popolare di via Bramantino, che durante l’anno aiuta i migranti, dalle svastiche, dagli insulti omofobi e dalle scritte “W Salvini“.

Secondo quanto riferiscono i gestori della scuola, il raid sarebbe avvenuto nella notte tra venerdì 14 e sabato 15. I teppisti avrebbero messo in disordine la struttura e imbrattato i muri. A lavoro le forze dell’ordine che hanno effettuato i rilievi e stanno cercando di individuare i responsabile di questo atto vandalico.

Dure le parole di Luca Paladini dei Sentinelli di Milano: “Ormai è un assalto al giorno. È sdoganato tutto“. Non è la prima volta che succede una vicenda del genere in Italia. Negli ultimi tempi la situazione contro i migranti è diventata insostenibile con diversi raid razzisti.

Matteo Salvini (fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial/)

Raid omofobo a Milano, l’Assessore alla Cultura: “I risultati delle politiche di Salvini”

L’ennesimo raid a Milano è stato condannato duramente dall’Assessore alla Cultura del Comune, Filippo Del Corno, che su Facebook scrive: “La scuola cultura popolare in via Bramantino, a Milano, ha subito un assalto intimidatorio di vigliacchi fascisti.  Che hanno lasciato firme anonime, perché sono vigliacchi, ma politicamente perfettamente identificabili. Questo è il risultato delle politiche di ordine pubblico del Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a cui, riconoscenti questi criminali inneggiano”.

Ennesimo attacco al leader della Lega in questa domenica 16 settembre dopo quello del Lussemburgo che ha definito la sua politica come fascista.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/davide.decubellis?tn-str=*F

ultimo aggiornamento: 17-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X