Siria, la tregua è finita: raid sulla folla al mercato

La tregua in Siria è finita. Un raid aereo sulla folla al mercato ha provocato almeno 12 morti tra i civili nella zona di Idlib.

IDLIB (SIRIA) – La tregua in Siria è finita. Subito dopo la tradizionale rottura del Ramadan, i bombardamenti nella nazione siriana sono ricominciati senza sosta. Secondo quanto riferito dall’Osservatorio Nazionale per i diritti umani, un raid aereo ha provocato almeno 12 morti tra i civili nella zona di Idlib. L’attacco sarebbe stato guidato dalle forze russe e da quelle governative locali con obiettivo un mercato ortofrutticolo.

Al momento non si hanno notizie di feriti ma il raid della sera di martedì 21 maggio 2019 ha rotto definitivamente la tregua iniziata con l’arrivo del Ramadam. La paura ritorna in tutta la Siria con 12 civili che sono morti in questo nuovo attentato.

Siria, le nuove accuse di Trump ad Assad

La tensione in Siria continua ad essere molto alta con Donald Trump che lancia delle nuove accuse ad Assad. Secondo quanto il presidente americano, il leader siriano ha nuovamente usato armi chimiche con la Casa Bianca che si è detta pronta a rispondere rapidamente e in modo appropriato.

Sfortunatamente – riferisce il portavoce del Dipartimento di Stato – continuiamo a vedere segnali sul fatto che il regime di Assad possa averle usate di nuovo, incluso in un presunto attacco il 19 maggio“. Dal Pentagono, invece, abbassano un po’ i toni sulla situazione in Iran: “Le azioni prese sono un deterrente. Non vogliamo una guerra“.

Donald Trump
Donald Trump

La situazione in Siria, comunque, continua ad essere molto tesa con 180mila civili che finora sono state costrette a lasciare la propria casa. Nonostante in più di un’occasione Donald Trump abbia ricordato la sconfitta dell’ISIS, le battaglie nelle zone siriane non si fermano e i raid provocano diversi morti tra i civili e non solo. Tensione alle stelle in tutto il Paese.

fonte foto copertina https://twitter.com/ClaudioPerconte

ultimo aggiornamento: 22-05-2019

X