I risultati della ricerca Randstad Employer Brand 2021: la Ferrari è l’azienda più attrattiva per gli italiani.

La Ferrari è l’azienda più attrattiva in assoluto, parola di Randstad. Randstad Employer Brand 2021 incorona infatti il Cavallino come realtà lavorativa più ambita dagli italiani.

La ricerca

Quello condotto da Randstad è uno studio approfondito, meticoloso, che prende in considerazione le 150 aziende più importanti con più di 1.000 dipendenti occupati in Italia e che siano conosciute almeno dal 10% della popolazione.

Nell’analisi vengono presi in considerazione diversi aspetti della vita lavorativa e della vita sul posto di lavoro. Uno dei fattori principali è l’equilibrio tra il lavoro e la vita privata. Il lavoro ti consente di vivere una vita fuori dall’ufficio o lontano dal Pc? Oppure vivi per il lavoro? Poi ci sono aspetti più tradizionali come ad esempio il clima sul posto di lavoro, la retribuzione, i benefit, la sicurezza sul posto di lavoro, la possibilità di lavorare da remoto e, inevitabilmente, anche le misure di sicurezza contro il Covid.

Randstad
Fonte foto: https://www.facebook.com/Randstaditalia/?tn-str=k*F

Randstad Employer Brand 2021, Ferrari è l’azienda più attrattiva

Nel 2021 lo scettro di azienda più ambita dagli italiani va alla Ferrari. Ben il 74,3% di italiani hanno indicato il Cavallino come azienda di lavoro ideale. Secondo la percezione degli italiani, si tratta della società in grado di garantire il miglio equilibrio tra lavoro e vita privata, di una società in grado di garantire un buon clima sul posto di lavoro, in grado di dare stabilità economica ai dipendenti per la solidità del marchio e per la retribuzione.

Questo premio conferma la vicinanza degli italiani a Ferrari e riconosce il nostro impegno per un ambiente di lavoro dove ciascuno possa esprimere la sua passione, creatività e talento. Formazione, inclusione e benessere sono i temi su cui attualmente siamo più focalizzati, oltre a quelli emersi nella ricerca. Ne sono esempi recenti il programma “Back on Track”, che ha consentito di far ripartire in sicurezza l’attività produttiva nel difficile contesto della pandemia, la certificazione della parità salariale fra donne e uomini ottenuta lo scorso anno e le crescenti opportunità formative per le nostre persone“, ha dichiarato Michele Antoniazzi.


Perché la Certificazione verde rischia di trasformarsi in una stangata per il turismo

Daniel Ek vuole comprarsi l’Arsenal