Rapallo, Carlo Bagnasco il sindaco più amato d’Italia.

Carlo Bagnasco, che molti chiamano il “RE di Rapallo”, si riconferma sindaco della città con quasi l’ottanta per cento dei voti.

Rapallo (Ge) – Ha sfiorato l’80% delle preferenze. Carlo Bagnasco si riconferma sindaco di Rapallo facendo man bassa di voti, lasciando pochissimo spazio a quella che sarà l’opposizione. tanto ha fatto che si è già guadagnato l’appellativo di “Re di Rapallo”. L’abbraccio con il padre Roberto, già sindaco di Rapallo, ed ora parlamentare tra le file di Forza Italia, sfociato in un momento di commozione, che ci dà la misura della semplicità e umanità dei Bagnasco, padre e figlio. ecco perché sono tanto amati dai loro concittadini.

In posa – Carlo Bagnasco con il padre Roberto il giorno della presentazione della lista.

Quando i cittadini mi chiamavano, io rispondevo.

Carlo Bagnasco, ritiene di essere stato rieletto proprio per questo motivo, racconta parlando con la stampa: “La semplicità e la normalità con cui ho guidato la città. Credo di avere parlato sempre chiaro. non ho fatto cose straordinarie, sono sempre stato vicino a tutti. Quando i cittadini mi chiamavano io rispondevo.

Sempre presente – Carlo Bagnasco il giorno dopo la grande mareggiata che ha colpito la sua città. La sua costante presenza e determinazione ha fatto si che tutto sia ritornato alla normalità in tempo utile per la stagione estiva. Rapallo è di nuovo pronta ad accogliere i turisti.

Riconfermato anche Paolo Donadoni, sindaco a Santa Margherita Ligure.

Santa Margherita Ligure, riconferma Paolo Donadoni sulla poltrona di sindaco. Donadoni insieme a Matteo Viacava, primo cittadino di Portofino e Carlo Bagnasco sono i tre sindaci delle città rivierasche confinanti l’una con l’altra, dopo la mareggiata che ha colpito il Tigullio a fine ottobre dello scorso anno, lavorando di concerto hanno ottenuto risultati eccezionali. la prova provata che l’unione fa la forza, sempre. Ora il terzetto di sindaci, che qualcuno della zona ha già ribattezzato “I tre moschettieri”, è stato riconfermato dagli elettori, può rilanciare il progetto del tunnel stradale per collegare Santa a Rapallo, “secondo me è il momento di parlarne in maniera seria, senza boutade elettorali. Ne vorrei parlare con la Regione e con la Società Autostrade, perché l’opera deve essere finanziata. Se non la facciamo adesso, forti come siamo, abbiamo pochi alibi. O lo facciamo ora o mai più. – ha detto ancora Bagnasco – Il Governatore Toti è d’accordo. Il sindaco di santa Margherita è d’accordo, così come quello di Portofino. Se vogliamo pensare a una Rapallo diversa e a un ragionamento serio sulla viabilità lo dobbiamo fare ora”. Così come la realizzazione di un grande silos per le auto. State certi che insieme ci riusciranno.

I tre moschettieri – Carlo Bagnasco, Matteo Viacava e Paolo Donadoni.

Il sindaco più amato d’Italia.

Con 12.352 voti, raggiungendo quasi l’80 % delle preferenze, è sicuramente il “Sindaco più amato d’Italia”. Proprio grazie a questo largo consenso, Bagnasco avrà solo due “oppositori” tra i banchi del consiglio comunale, La pentastellata Isabella De Benedetti e Mario Mele del Partito Democratico.In consiglio comunale entrano sette consiglieri della lista “Bagnasco sindaco”, tre della Lega, due di “Viva Rapallo”, uno di “Con Brigati per Rapallo” e due di “Forza Italia”.

Oltre 10.000 preferenze oltre 78% di consensi … un’unica parola: Grazie!

Pubblicato da Carlo Bagnasco Sindaco a Rapallo su Lunedì 27 maggio 2019
Ringraziamenti – Carlo Bagnasco ringrazia i sui concittadini che lo hanno riconfermato sindaco di Rapallo.

ultimo aggiornamento: 29-05-2019

X