Siria, l’allarme di Human Rights Watch: “Sedici bambini rapiti dall’Isis”

L’associazione Human Rights Watch ha lanciato l’allarme per 16 bambini rapiti dall’Isis, uno di questi sarebbe stato decapitato.

ROMA – L’Isis continua a colpire in Siria. L’associazione Human Rights Watch ha rivelato la presenza di 16 bambini tra i 30 civili che sono stati rapiti un mese fa nel sud del Paese. Secondo quanto detto dall’organizzazione umanitaria uno è stato decapitato mentre gli altri minorenni sono usati come merce di scambio nei negoziati sia con il governo siriano che con la Russia.

Il rapimento di questi civili – definito dall’associazione un crimine di guerra – è avvenuto lo scorso 25 luglio in Siria e i negoziati proseguono per cercare di trovare l’accordo e liberarli.

siria La città vecchia di Aleppo ripresa dall'esercito siriano
La città vecchia di Aleppo ripresa dall’esercito siriano

Siria, 16 bambini rapiti dall’Isis: proseguono le trattative per liberarli

Sono stati 30 i civili rapiti dall’Isis lo scorso 25 luglio in Siria ma due di questi hanno perso la vita. A rivelarlo è stata la stessa associazione Human Rights Watch che ha parlato di una donna morta durante il sequestro e di un bambino decapitato. L’organizzazione ha anche detto che altre due persone sono riuscite a fuggire, quindi al momento in mano dei rapitori sono rimasti in 26.

Le trattative con il governo siriano e con la Russia proseguono per cercare di liberare i civili. I militari stanno proseguendo con un’offensiva nella provincia di Sweida e vicino a Damasco per cercare di trovare il nascondiglio e uccidere i rapitori. Dall’altra parte non si fermano i tentativi da parte dei familiari di riabbracciare i loro parenti. È stato formato un comitato negoziale per cercare di arrivare alla fumata bianca nel più breve tempo possibile.

La situazione in Siria non è delle più semplici ormai da anni. L’Isis sembra non voler fermare la propria marcia, anzi secondo quanto detto da Al Baghdadi nella sua ultima uscita pubblica i militanti sono pronti a colpire ancora nel mondo.

ultimo aggiornamento: 25-08-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X