Rapine ai danni dei passanti a Bologna, fermato da Polizia e Finanza

Rapinava gli ignari passanti con la scusa di una telefonata, ma viene beccato da Polizia e Finanza

BOLOGNA – Rapine a Bologna in Via Irnerio, zona universitaria, da parte di un uomo ai danni degli ignari passanti della zona. Il rapinatore, sui 30 anni, ha agito nella notte del 26 maggio 2019, colpendo con la scusa di una telefonata.

Il modus operandi era molto semplice. Si avvicinava a degli ignari passanti con la scusa di dover fare una telefonata. L’uomo chiedeva quindi il cellulare e, una volta che le persone glie lo davano, fuggiva con il cellulare.

Nel caso in cui le persone gli negavano “il favore”, invece, lui passava ad uno scippo puro e semplice, fuggendo poi con la refurtiva. Fuga che gli è riuscita solo due volte, per poi essere arrestato dalla Polizia e dalla Guardia di Finanza.

Le rapine nella zona universitaria

Stando alle ricostruzioni dell’accaduto, anche grazie alle testimonianze delle vittime, l’uomo avrebbe colpito due ragazzi. I due colpi sono avventi sotto i portici di via Irniero, in un raggio di cento metri, intorno all’una di notte del 26 maggio 2019.

Guardia di Finanza
fonte foto https://twitter.com/ScicliNotizie

La prima delle due rapine è riuscita tranquillamente, ma durante la fuga dopo la seconda rapina le cose sono andate male. L’uomo, infatti, è stato fermato dalla Guardia di Finanza dopo lo scippo del secondo cellulare.

L’uomo è stato individuato da una voltante della Guardia di Finanza mentre fuggiva in strada dopo la seconda rapina. Ovviamente, il rapinatore ha posto resistenza, sia con la finanza che dopo, all’arrivo della Polizia di Due Torri-San Francesco.

L’arresto del rapinatore e il processo

Prima che le forze dell’ordine riuscissero a bloccarlo, l’uomo ha scagliato per terra il primo cellulare rubato, distruggendolo. Il secondo, invece, gli è stato trovato addosso.

La colluttazione è diventata molto violenta, tanto che uno degli agenti è rimasto ferito e portato in ospedale. L’agente ha avuto una prognosi di tre giorni.

Alla fine, però, il 30enne è stato arrestato e portato via. Il processo si terrà per direttissima, ma sembra improbabile il rimborso per le vittime rapinate.

Fonte dell’immagine di copertina: https://pxhere.com/it/photo/650802

Fonte immagine interna: https://twitter.com/ScicliNotizie

ultimo aggiornamento: 27-05-2019

X