Il rapporto dell’Agenzia Ue per l’asilo: aumentano le domande nell’Unione. Italia fuori dalla top five.

ROMA – E’ stato pubblicato il rapporto dell’Agenzia Ue per l’asilo sui migranti. Per la prima volta dal 2015 le domande nell’Unione Europea hanno registrato un aumento rispetto all’anno precedente. Nel 2019 le richieste sono state 740mila con una crescita dell’11% rispetto al 2018.

L’altra grande novità è rappresentata dalla posizione dell’Italia che esce dalle prime cinque posizioni scalzata dal Regno Unito con le domande che sono state 44.835. In testa resta la Germania (165.615) con Francia (128.940) e Spagna (117.795). Fuori dal podio la Grecia (77.275).

I numeri dell’Italia

I numeri dell’Italia sono in calo rispetto agli anni precedenti. Nel 2019 sono state 43.770 le domande di asilo con una diminuzione del 47% in confronto al 2018. Si tratta di un dato che molto probabilmente potrebbe essere rivisto nel 2020 visto che gli sbarchi sono aumentati nonostante l’emergenza coronavirus.

Per conoscere i dati sulle domande di asilo si dovrà aspettare ancora un po’ di tempo visto che l’anno è ancora in corso. La crescita delle richieste potrebbe essere dovuta ad un numero più alto degli arrivi in Italia con un politica da parte del Governo rispetto alla prima parte del 2019.

Mare Jonio
fonte foto https://twitter.com/RescueMed

Aumentate le richieste di protezione internazionale

Sono aumentate le richieste di protezione internazionale nel 2019. Secondo quanto precisato dall’Easo, citato dall’Ansa, la crescita di queste domande è dovuta al boom registrato dai cittadini del Venezuela e di altri Paesi dell’America Latina.

I venezuelani hanno presentato 46mila domande di asilo piazzandosi al terzo posto nella speciale classifica. Al primo posto si confermano i siriani con 80mila richieste. Subito dietro gli afghani con 61mila domande presentate nel 2019. Tra le tendenze migratorie, l’Agenzia dell’Unione Europea ha evidenziato anche un aumento delle richieste dai cittadini dei Paesi dispensati dall’obbligo di visto nell’area Schengen. E stiamo parlando dei Balcani occidentali e degli Stati del paternariato orientale e tra questi c’è anche l’Ucraina.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
agenzia ue asilo cronaca italia migranti

ultimo aggiornamento: 25-06-2020


Femminicidio nel Cremonese, 56enne uccide la moglie a botte

Cina, terremoto di magnitudo 6.3 nello Xinjiang