In un rapporto dell’INPS viene evidenziato come oltre 5 milioni di pensionati sono sotto i mille euro al mese. Tridico: “Il sistema è solido”.

ROMA – In vista della pausa estiva l’INPS ha reso noto i dati sulle pensioni del 2018. Il rapporto annuale – come riporta il sito di La Repubblica – ha evidenziato come oltre 5 milioni di persone non raggiungono i mille euro al mese. Si tratta di una percentuale pari al 34,7%.

Il numero è in calo rispetto al passato ma l’attenzione resta molto alta da parte del Governo che ha come principale obiettivo quello di garantire una pensione minima per vivere a tutte le persone. Nel complesso nell’anno appena trascorso sono state erogate quasi 17 milioni di pensioni per un importo medio di 1.156 euro.

INPS, Quota 100 e reddito di cittadinanza deludono

Approfittando della presentazione di questi nuovi dati, Pasquale Tridico fa il punto della situazione anche sul reddito di cittadinanza e quota 100. Entrambi hanno deluso un po’ le attese della vigilia anche se nelle prossime settimane ci potrebbe essere una crescita importante.

Evitiamo – ha sottolineato il presidente dell’INPS – allarmismi perché il nostro sistema è solido. Nei prossimi mesi rivedremo le procedure di accesso alle pensioni di invalidità, semplificando per il bene dell’utenza più debole, ma anche rivedendo le tabelle di invalidità, suggerendo un nuovo modello per il contenzioso“.

Di Maio sul salario minimo: “Intesa con la Lega raggiunta”

Alla presentazione del Rapporto era presente anche Luigi Di Maio che ha dato una grande novità: “In queste ore abbiamo raggiunto con la Lega l’accordo sul salario minimo. Spero che non ci siano divisioni con l’opposizione perché si tratta di una legge di civiltà“. Sulla questione è intervenuto anche Pasquale Tridico: “Nel corso degli ultimi anni la capacità regolativa del contratto collettivo nazionale è stata fortemente indebolita, a causa di fenomeni quali l’emergere di contratti pirata e del non rispetto dei minimi contrattuali“.

Di seguito il video con alcune dichiarazioni di Luigi Di Maio

Alla presentazione della relazione annuale dell’Inps. Dobbiamo puntare sul salario minimo, che è semplicemente buon senso e civiltà. Su questo spero che in Parlamento siamo tutti d'accordo. Non è più concepibile che in Italia, nel 2019, ci siano cittadini pagati 3 o 4 euro l'ora.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Mercoledì 10 luglio 2019

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
economia inps pensioni quota 100 Reddito di cittadinanza

ultimo aggiornamento: 11-07-2019


Stime Pil Ue, Italia all’ultimo posto in Europa

PIL, l’UE conferma la crescita allo 0.1 per cento. Conte: “I conti pubblici sono in ordine”