Confcommercio, 270.000 aziende a rischio chiusura

Confcommercio, 270.000 aziende a rischio chiusura

Coronavirus, la stima di Confcommercio sulle aziende italiane: 270.000 rischiano la chiusura, secondo una stima prudenziale.

Secondo le previsioni di Confcommercio sono 270.000 le aziende a rischio chiusura a causa della crisi economica innescata dal coronavirus. Questo nel caso in cui le condizioni non dovessero migliorare in tempi brevi.

Coronavirus, le stime di Confcommercio sulle aziende

I dati sono quelli dell’Ufficio Studi Confcommercio, secondo cui 270.000 aziende rischiano la chiusura per fallimento a causa della crisi economica che ha travolto l’Italia.

Confcommercio
fonte foto https://www.facebook.com/confcommercio/

Una stima prudenziale

Si tratta, come riferito dall’Ufficio, di una stima prudenziale. Tradotto, potrebbe trattarsi di una stima per difetto. Agli effetti della chiusura forzata, infatti, i dovrebbero considerare anche le conseguenze del drastico calo della domanda, che sicuramente sarà inferiore alla media nella speranza che non sia eccessivamente inferiore alle aspettative. In tal caso migliaia di aziende potrebbero essere spazzate via dal panorama imprenditoriale.

Il rapporto di Confcommercio

“Su un totale di oltre 2,7 milioni di imprese del commercio al dettaglio non alimentare, dell’ingrosso e dei servizi quasi il 10% è, dunque, soggetto ad una potenziale chiusura definitiva. I settori più colpiti sarebbero gli ambulanti, i negozi di abbigliamento, gli alberghi, i bar e i ristoranti e le imprese legate alle attività di intrattenimento e alla cura della persona.

Mentre, in assoluto, le perdite più consistenti si registrerebbero tra le professioni (-49 mila attività) e la ristorazione (-45 mila imprese). Per quanto riguarda la dimensione aziendale, il segmento più colpito sarebbe quello delle micro imprese – con 1 solo addetto e senza dipendenti – per le quali basterebbe solo una riduzione del 10% dei ricavi per determinarne la cessazione dell’attività”, recita il rapporto.

Di seguito il testo integrale del rapporto di Confcommercio sulle aziende italiane.

ultimo aggiornamento: 11-05-2020

X