L'allarme di Bankitalia: Rischi per la stabilità finanziaria in aumento

L’allarme di Bankitalia: Rischi per la stabilità finanziaria in aumento

Bankitalia lancia un nuovo allarme: “I rischi per la stabilità finanziaria sono in aumento”. Ecco il rapporto di Palazzo Koch.

ROMA – Nuovo rapporto sulla stabilità finanziaria di Bankitalia. Come riportato dall’AdnKronos, Palazzo Koch ha lanciato un ennesimo allarme sul momento dell’economia italiana: “I rischi – si precisa nel documento – per la stabilità finanziaria derivanti dalla congiuntura economica internazionale sono in aumento. Le previsioni sulla crescita del PIL riviste al ribasso aumentano l’incertezza“.

L’istituto di via XX Settembre nel rapporto fa il punto anche sul debito pubblico e le famiglie: “L’alto livello del debito pubblico – si legge nel rapporto – rende l’economia del nostro Paese esposta alle tensioni sui mercati finanziari e riduce la capacità della politica di bilancio di sostenere l’attività produttiva di fronte a fasi di rallentamento. La situazione finanziaria delle famiglie è stabile anche se risente dell’indebolimento della crescita del reddito disponibile e della volatilità dei prezzi delle attività finanziarie“.

Bankitalia
fonte foto https://www.facebook.com/tatiana.dellolio

Bankitalia: “Le revisioni al ribasso potrebbero avere effetti negativi sul sistema finanziario”

Secondo il rapporto di Bankitalia i nuovi dati delle agenzie di rating potrebbero portare altre difficoltà all’economia italiana: “Revisioni al ribasso del merito di credito da parte delle agenzie di rating – si precisa nel documento – potrebbero avere effetti negativi anche rivelanti per il sistema finanziario. Sia la Fitch Ratings che la Standard Poor’s hanno mantenuto negativa la direzione attesa di un eventuale futuro del rating“.

Il nuovo allarme di Bankitalia sull’economia italiana

Non è la prima volta che Bankitalia attraverso un rapporto lancia un nuovo allarme sull’economia italiana. Palazzo Koch in più di un’occasione ha chiesto alla maggioranza di rivedere alcune riforme ma da parte del Governo la fiducia di una crescita esponenziale nel secondo semestre è rimasta intatta. I primi dati che arrivano dal PIL sono positivi ma il cammino da fare resta molto lungo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/tatiana.dellolio

ultimo aggiornamento: 07-05-2019

X