Rapporto Svimez, aumenta il gap occupazionale tra il Nord e il Sud. Giuseppe Conte: “Negli ultimi 20 anni la politica ha disinvestito nel Meridione”.

Nei giorni caldi delle discussioni sulla manovra, il governo deve fare i conti anche con l’aumento del gap occupazionale tra Nord e Sud. Il dato emerge dal Rapporto Svimez che ha evidenziato la brusca frenata del Meridione.

Rapporto Svimez, aumenta il gap occupazionale tra il Nord e il Sud

Si riallarga il gap occupazionale tra Sud e Centro-Nord, nell’ultimo decennio è aumentato dal 19,6% al 21,6%: ciò comporta che i posti di lavoro da creare per raggiungere i livelli del Centro-Nord sono circa 3 milioni“, recita il Rapporto Svimez. “La crescita dell’occupazione nel primo semestre del 2019 riguarda solo il Centro-Nord (+137.000), cui si contrappone il calo nel Mezzogiorno (-27.000)“.

Nel 2019 il Sud Italia è entrato in una fase di recessione. Il Pil ha fatto registrare un calo dello 0,2%, mentre il Centro Nord ha fatto registrare un più rincuorante (o un meno preoccupante) 0,3%.

Sulla crisi meridionale pesa anche la fuga dei giovani. Oltre due milioni di persone hanno lasciato il Meridione dall’inizio del nuovo secolo. “Dall’inizio del nuovo secolo hanno lasciato il Mezzogiorno 2 milioni e 15 mila residenti, la metà giovani fino a 34 anni, quasi un quinto laureati“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Soldi
fonte foto https://pixabay.com/photos/euro-money-bank-note-checkout-1306189/

Giuseppe Conte, “Se riparte il Sud riparte l’Italia”

I dati non possono non preoccupare il governo. Lo sa bene il premier Giuseppe Conte, che ha voluto commentare i dati del Rapporto Svimez.

“Se riparte il Sud riparte l’Italia. Non è uno slogan, ma una affermazione che nasce da una consapevolezza che deve guidare l’azione di governo […]. Negli ultimi 20 anni la politica ha disinvestito nel sud, con conseguenze per tutto il Paese che ha perso competitività a livello globale”.

Il Presidente del Consiglio ha affermato che la questione Meridionale rappresenta uno degli impegni di primaria importanza per il suo governo.


McDonald’s, licenziato l’amministratore delegato: aveva una relazione con una dipendente

Ex Ilva, ArcelorMittal lascia: a rischio oltre 10mila posti di lavoro