Nel rapporto Usa sugli Ufo si parla di diversi fenomeni aerei senza una spiegazione. E non si esclude l’attività aliena.

Usa, è stato pubblicato il rapporto del Pentagono sugli Ufo: si tratta di un rapporto particolarmente atteso ma che non si dimostra risolutivo. In sintesi, gli Stati Uniti confermano di aver registrato 143 episodi senza spiegazione. Fenomeni aerei sui quali non è possibile arrivare ad una spiegazione definitiva e al di sopra di ogni ragionevole dubbio. Quindi non si esclude neanche l’attività aliena.

143 avvistamenti dal 2004

I 143 avvistamenti sono stati registrati dal 2004 e sono ovviamente documentati con foto e video. Nonostante il materiale a disposizione e nonostante le tecnologie a disposizione per analizzare gli scatti e le riprese, su 143 casi non è possibile arrivare ad una conclusione esaustiva.

“Dai 144 casi non ci sono indicazioni chiare che esista una spiegazione non terrestre per giustificarli, ma andremo dove i dati ci porteranno”, fanno sapere dal Pentagono.

Ufo e fenomeni aerei non identificati: il rapporto del Pentagono

Di questi 143 casi, una ventina sono stati quelli sui quali ci si è concentrati con particolare attenzione. Fenomeni difficili da spiegare, con entità che si muovono senza apparente fonte di propulsione e con rapida accelerazione. Di cosa si tratta? Non è possibile stabilirlo. Alcuni dei fenomeni in questione sembrano fuori dalla portata della Russia e della Cina. Non è possibile escludere che si tratti di armi o esperimenti, così come non è possibile escludere che si tratti di fenomeni extraterrestri.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ufo
Fonte foto: https://it.wikipedia.org/wiki/UFO#/

Le possibili spiegazioni: non si escludono gli extraterrestri

Il rapporto si chiude con una serie di ipotesi per provare a spiegare i fenomeni in questione. Un’ipotesi è che i fenomeni in questione siano progetti di Stati nemici con tecnologia avanzata e sconosciuta. Una seconda ipotesi è che si tratti di progetti segreti americani. Una terza ipotesi è che possa trattarsi di fenomeni naturali. Infine c’è l’ipotesi di oggetti non immediatamente riconoscibili, una categoria aperta nella quale rientra quasi di tutto. Inclusa l’attività aliena.

Le polemiche: scarso impegno per provare ad approfondire un fenomeno di grande importanza

I risultati del rapporto non hanno soddisfatto la stampa americana che evidentemente si aspettava ben altro. E così è partito un attacco alle Amministrazioni da Bush a Trump, accusate di non aver dedicato la giusta attenzione al fenomeno.


Strasburgo, scossa di terremoto di magnitudo 4 causata da test geotermici

Napoli, ‘blitz’ degli agenti nella camera di albergo di Emilio Fede