La denuncia è stata fatta da una giovane ragazza su Facebook. L’episodio di razzismo è avvenuto durante il viaggio Trento-Roma.

TRENTO – Nuovo episodio di razzismo in Italia. La vicenda è avvenuta sul Flixbus da Trento a Roma: una donna italiana ha impedito ad un senegalese di sedersi al suo fianco che era il posto assegnato dall’agenzia: “Qui no, vai via, vai in fondo, sei di un altro colore“.

A denunciare il fatto è stata una ragazza presente sul mezzo. Il suo racconto sul proprio profilo Facebook è stato virale. È stata propria lei a cedere il posto al ragazzo originario del Senegal.

Razzismo a Trento, una donna denunciata per frasi razziste

L’episodio di razzismo è avvenuto nella giornata di martedì 16 ottobre. La donna ha vietato al ragazzo senegalese di sedersi al posto indicato sul biglietto perché “di colore“. Il giovane in lacrime ha provato a convincere la donna: “Non faccio nulla di male. Non sono cattivo. Voglio solo sedermi e risposare perché sono stanco“.

La signora italiana non ha ceduto di un millimetro. Per cercare di risolvere la situazione l’autista del Flixbus ha chiamato la polizia. Gli agenti hanno identificato la donna che dovrà rispondere all’accusa di frasi razziste. Alla fine il ragazzo si è seduto al posto della ragazza che ha denunciato la vicenda.

La vicenda è stata seguita da vicino anche da Flixbus Italia. La compagnia ha condannato fermamente l’episodio: “Ci rincresce che un simile episodio – si legge nel comunicato – si sia verificato a bordo di un nostro autobus, come operatori di mobilità, da sempre ci impegniamo a garantire a chiunque la possibilità di viaggiare e ricongiungersi coi propri cari e continueremo a farlo“.

Non si tratta di un singolo episodio di razzismo. Negli ultimi tempi in Italia si sono moltiplicate le vicende che vedono le persone di colore essere insultati per futili motivi.

fonte foto copertina https://twitter.com/checkmybus_com


Biella, novantenne ucciso a sprangate dal vicino

Rischio Escherichia coli: ritirati lotti di scamorza Coop e Parmareggio