Record italiano per Benedetta Pilato nei 50 rana. La tarantina ha fermato il crono sul 29″50.

BUDAPEST (UNGHERIA) – Record italiano per Benedetta Pilato nei 50 rana. Un inizio di giornata da primato per la tarantina che, nella sua batteria, ha fermato il crono sul 29″50. Un tempo migliore di oltre un decimo del precedente limite nazionale (29″61) che la stessa sedicenne ha firmato a Riccione lo scorso dicembre durante i campionati nazionali.

Ma le buone notizie non sono finite assolutamente qui per la giovane azzurra. Il crono realizzato in questa penultima mattinata di gare a Budapest è anche il nuovo record del mondo ed europeo juniores oltre che dei campionati.

Obiettivo record del mondo

Un tempo destinato ad essere migliorato da parte di Benedetta Pilato. La tarantina, almeno dando uno sguardo alle altre avversarie, sembra essere la grande favorita per la medaglia d’oro e sicuramente tra semifinale e finale proverà ad abbassare ancora di più il limite.

Ad un passo c’è il record europeo di Ruta Meilutyte, firmato a Barcellona il 3 agosto 2013. La lituana ha fermato il crono sul 29″48, a soli due centesimi dal tempo di Benedetta. Ma non è da escludere anche la possibile del record del mondo. Lilly King è distante solo un decimo e ci sono due gare a disposizione per il sorpasso.

Benedetta Pilato
Benedetta Pilato

Benedetta Pilato ai vertici del nuoto

Per Benedetta un Europeo che l’ha confermata ai vertici del nuoto. Il cambio di passo è arrivato nell’ultimo anno con un crono importante anche nei 100 metri. La concorrenza in Italia resta molto agguerrita, ma la Pilato ha dimostrato di poter compere con le più forti al mondo.

In ottica Olimpiadi molto probabilmente serve un ulteriore step sui 100 rana per poter competere per le medaglie. La strada intrapresa, però, è quella giusta e i risultati delle ultime settimane ne sono una chiara dimostrazione.

Per tutti i risultati della seconda giornata di gare consultare il sito ufficiale della competizione.


Europei nuoto 2021, oro per Quadarella nei 1.500 stile. Bronzo per Caramignoli e 4×200 stile libero. Argento per Panziera

Giro d’Italia, Lorenzo Fortunato trionfa sullo Zoncolan