Recupero metalli preziosi? Lo sapevi che è possibile farlo da comuni oggetti che utilizziamo nella vita di tutti i giorni…

In pochi sanno che il recupero metalli preziosi è possibile anche su oggetti di comune utilizzo. Qualche esempio? Scopriamolo insieme…

Metalli preziosi: cosa sono?

Prima di parlare di recupero metalli preziosi cerchiamo di capire meglio di cosa parliamo. Un metallo prezioso deriva da un elemento chimico dall’enorme valore economico. Pur essendo degli elementi chimici, essi risultano essere meno reattivi rispetto agli altri. Tra le loro caratteristiche ci sono: la duttilità e la lucentezza. Inizialmente venivano semplicemente utilizzati come moneta, mentre oggi sono diventati oggetto di investimenti di diversa natura oppure oggetto di lavoro di industriale. Diversi sono i metalli preziosi in circolazione. Il più comune? Sicuramente l’oro, ma anche l’argento. Poi ci sono anche: platino, palladio, rodio, osmio e iridio.

Come recuperare

Lo sapevi che piccole particelle di metalli preziosi sono presenti in diversi oggetti che utilizziamo nella vita di tutti i giorni? Qualche esempio? Tablet, computer portatile, cellulari, fotocamera e chi più ha ne metta! L’oro, numero chimico 79, è sicuramente uno dei metalli maggiormente utilizzati e non solo per fare gioielli! All’interno dei nostri Device, infatti, sono presenti diverse piccole placche in oro che possono essere rimosse con alcuni piccoli accorgimenti. Non solo, è possibile recuperare del platino per esempio da una marmitta oppure dell’oro da una batteria o dal processore di un pc portatile. Si tratta di piccolissime parti che possono essere recuperare con l’ausilio di alcuni liquidi e strumenti presenti in commercio. Vi basterà acquistare dell’acido nitrico, acqua distillata e acido cloridrico e utilizzare un pentolino e alcune bottiglie di vetro.

Importante: si tratta di un procedimento non semplice ed economicamente parlando non vantaggioso. Sia per i costi da affrontare che per il risultato ottenuto visto che consente di recuperare al massimo un paio di grammi di oro. Il processo di recupero metalli preziosi risulta vantaggioso solo se fatto a livello industriale!

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 15-05-2017


Quotazione metalli preziosi

Cos’è il banco metalli?