Reddito di Cittadinanza, con la Manovra niente rinnovo di contratto per i Navigator. Protestano i sindacati che annunciano una manifestazione per il 18 novembre.

Tra le novità del Reddito di Cittadinanza c’è quella dei navigator, che spariscono dal testo della Manovra. Si tratta di quelle figure, nate con il Reddito di Cittadinanza, che avrebbero dovuto guidare le persone verso l’inserimento nel mondo del lavoro. E visto che fino a questo momento a non aver funzionato è stata proprio la parte dell’inserimento nel mondo del lavoro, l’idea è quella di porre fine alla breve ma intensa esperienza dei navigator.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

La Manovra cambia il Reddito di Cittadinanza: niente rinnovo per i Navigator

Con il decreto Sostegni, i Navigator erano stati confermati fino alla fine del 2021. Come detto, i tutor avrebbero dovuto guidare i percettori del Reddito di Cittadinanza nel mondo del lavoro. Di fatto ricoprono il ruolo chiave per difendere la natura della misura-bandiera del Movimento 5 Stelle. Senza il passaggio dalla disoccupazione al mondo del lavoro il Reddito di Cittadinanza resta una sorta di ricco assegno di disoccupazione.

Nella bozza della Manovra non è previsto il rinnovo del contratto dei 2.500 navigator. Con la riforma del Reddito di Cittadinanza e con le modifiche alla misura inserite nella legge di bilancio, il posto dei Navigator dovrebbe essere occupato dalle Agenzie per il lavoro, che svolgeranno di fatto un’attività di mediazione tra chi cerca lavoro e le aziende che assumono. E in caso di assunzione di un percettore del Reddito di Cittadinanza ci sarebbero anche vantaggi fiscali per il datore di lavoro. Ovviamente i centri per l’impiego continuano ad avere un ruolo centrale

Reddito di Cittadinanza
Reddito di Cittadinanza

La protesta dei sindacati

I sindacati hanno espresso il proprio malumore parlando di un grande errore riferendosi alla cancellazione dei tutor, tagliati fuori con il mancato rinnovo del contratto, in scadenza alla fine del 2021.

Cgil, Cisl e Uil hanno indetto una manifestazione per il prossimo 18 novembre proprio per chiedere la proroga del contratto dei navigator. La richiesta dei sindacati è quella di inserire queste figure professionali nei progetti legati al Pnrr.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 11-11-2021


La circolare del Viminale, arriva la stretta contro i cortei dei No Green Pass

I nomi in corsa per il Quirinale: chi potrebbe diventare Presidente della Repubblica