Reddito di cittadinanza, scoperti 192 "furbetti": le misure cautelari
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Reddito di cittadinanza, scoperti 192 “furbetti”: ecco chi sono

Reddito di Cittadinanza

La guardia di Finanza ha attuato misure cautelari nei confronti di numerosi soggetti che percepivano il reddito di cittadinanza illecitamente.

Continuano le attività investigative da parte della guardia di finanza in provincia di Foggia, nei comuni di Manfredonia, San Severo, Lucera, Vieste, Rodi Garganico, Cagnano Varano e Carpino. I militari stanno indagando per scoprire le identità dei “furbetti” che hanno percepito il reddito di cittadinanza senza possedere i requisiti necessari. 

Le misure cautelari

Alla luce delle indagini, sono emersi 192 “furbetti” che avrebbero percepito in maniera indebita il reddito di cittadinanza. Ad occuparsi delle indagini la guardia di Finanza di Foggia, che da diversi mesi sta indagando sulla vicenda. 

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

Reddito di Cittadinanza
Reddito di Cittadinanza

Tra gli indagati ci sarebbero anche persone legate alla criminalità organizzata, alcuni lavoratori di una Rsa e anche altre persone che avevano percepito vincite ai giochi online anche superiori ai 100mila euro, ovviamente non dichiarati. 

In questo senso gli indagati sono colpevoli di aver ricevuto il sussidio mensile del reddito di cittadinanza pur non essendo in una condizione di povertà. Le forze dell’ordine hanno richiesto, per alcuni individui, delle cautelari personali. 

Sarebbero infatti soggetti affiliati alla locale criminalità organizzata. Altri due cittadini di origine straniera avevano invece dichiarato di avere la residenza in Italia. Anche alcuni possessori di esercizi commerciali come bar e ristoranti sono stati colti in flagrante dalle forze dell’ordine. Alcuni dipendenti invece chiedevano di essere assunti in nero per non perdere il reddito di cittadinanza. 

Si tratta di una frode del valore complessivo di oltre 1,2 milioni di euro. La guardia di finanza è riuscita a recuperare gran parte del denaro perduto dallo Stato attraverso i sequestri. Altri 150 individui avrebbero riscosso invece il sussidio pur avendo vinto importanti somme ai giochi online, talvolta superiori anche ai 100mila euro. 

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2023 15:13

Giallo a Carovigno: marito e moglie trovati morti nella propria abitazione

nl pixel