Giulia Centonze, 23enne di Reggio Emilia, è finita in “stato di minima coscienza”. E le amiche organizzano una raccolta fondi per sostenere le costose spese che le consentirebbero il trasferimento a Innsbruck.

REGGIO EMILIA – Giulia Centonze è una giovane ragazza di 23 anni la cui vita è cambiata quando lo scorso anno, a causa di un incidente d’auto, è finita in stato di “minima coscienza”.

La clinica di Innsbruck

La famiglia Centonze ha sottoposto il caso di Giulia a una clinica privata in Austria, a Innsbruck, che ha ipotizzato la “possibilità di fare dei piccoli passi avanti“. La struttura si è detta disponibile a prenderla in carico. Il problema è il costo del ricovero: servono circa 100 mila euro per tre mesi di cure. Le sorelle Valentina e Serena sono determinate a percorrere ogni strada: “Per vederla migliorare le proverò tutte, andrò anche a fare l’elemosina se necessario, non mi vergogno a dirlo“, ha detto al Corriere della Sera Valentina, la più grande delle due.

Giulia Centonze, raccolta fondi da parte delle amiche

Nel frattempo, anche le amiche si sono attivate, lanciando una raccolta fondi: “Lo dobbiamo a lei e alla nostra amicizia. Lei c’era sempre, cercava di aiutare chiunque le ponesse un problema. Adesso tocca a noi esserci“.

Come aiutare la ragazza di Reggio Emilia

Un’iniziativa concreta che ha portato Benedetta, Gaia, Francesca e Federica – le amiche più strette di Giulia, a creare la pagina facebook Quel nodo che ci lega a Giulia [CLICCA QUI!] dove trovare le informazioni e procedere a donare un contributo alla causa.
La nostra speranza è di riuscire ad aiutare la famiglia“, raccontano le ragazze, “faremo tutto ciò che è in nostro potere“. E nei prossimi giorni potrebbe essere lanciata anche una campagna su GoFundMe.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Giulia Centonze innsbruck raccolta fondi Reggio Emilia

ultimo aggiornamento: 31-08-2020


Tragedia nel Pavese, 15enne travolto e ucciso da un pick-up

Ufficiale francese ‘spiava’ per i russi in base Nato in Italia: denunciato