Regolamento di YouTube: il sistema di blocco dei canali si aggiorna

Il regolamento di YouTube si semplifica, in particolare per quanto riguarda lo “strike system”. Le regole diventano più chiare.

Il regolamento di YouTube, come quasi tutti quelli dei siti più conosciuti, è tutt’altro che semplice, in particolare per chi pubblica video. Il motivo per cui riusciamo a districarci fra le regole di YouTube senza nemmeno averlo letto (nella maggior parte dei casi) è duplice.

La prima ragione è che, ovviamente, a meno di casi estremamente limite il buon senso è sufficiente per non infrangere alcuna regola. Il secondo è che per la verità l’applicazione delle regole si basa sulle segnalazioni. YouTube infatti riceve una tale mole di video ogni giorno che si affida anche alle segnalazioni degli utenti per rimuovere il contenuto offensivo, dannoso o illegale.

Il tentativo di youTube è
Fonte foto copertina: youtube.com/watch?v=u3APNJYMrLo

Il regolamento di YouTube per chi produce video diventa più chiaro

Tuttavia, non è raro che di tanto in tanto qualche youtuber più o meno esperto o famoso si trovi a combattere con uno strike apparentemente immotivato, perché ha violato qualche oscura regola o perché riceve segnalazioni in massa dagli hater che cavillano con la piattaforma.

E chi ci è passato sa che in questi casi può diventare un vero incubo kafkiano. Almeno, fino ad oggi. Infatti con il nuovo cambio di regole lo strike system dovrebbe diventare più trasparente e gestibile. Soprattutto per gli YouTuber che vogliono usare la piattaforma in modo legittimo (e che sono la stragrande maggioranza).

Come funziona il nuovo regolamento di youTube?

Le nuove regole sono state scritte in collaborazione con la community dei creators, cioè chi pubblica abitualmente sulla piattaforma. Le nuove regole sono state condivise proprio sul blog ufficiale dei creator, ed è stato pubblicato anche un video per illustrare i cambiamenti.

Sostanzialmente, viene semplificata la gestione delle nostre contravvenzioni e ci viene data maggior possibilità di apprendere le linee guida di YouTube prima di essere banditi.

Nello specifico, quando condivideremo il primo contenuto che non rispetta le linee guida di YouTube, non ci sarà precluso fin da subito l’uso del sito, ma ci sarà inviato un semplice avvertimento. Il contenuto non in linea con la filosofia della piattaforma sarà subito rimosso e saremo invitati a leggere con maggior attenzione le linee guida di YouTube, per non commettere nuovamente l’errore in futuro.

Regolamento di YouTube: dopo il primo avvertimento, le penalizzazioni

Se commetteremo un secondo errore, riceveremo la prima vera penalità: il primo strike, che equivale al blocco del caricamento di contenuti per una settimana. Lo strike ha una durata temporale di novanta giorni, trascorsi i quali sarà azzerato. L’avvertimento ricevuto invece, a differenza degli strike, resterà sempre valido: si tratta nei fatti di una specie di “bonus” di ingresso che permette ai meno attenti di capire come funziona YouTube dal punto di vista delle regole.

Aver ricevuto il primo strike dovrebbe farci porre ancora maggior attenzione ai contenuti che caricheremo una volta trascorsa la settimana di ban. Nel caso in cui dovessimo ricevere un secondo strike entro novanta giorni dal primo, il periodo di “multa” in cui non potremo caricare video sarà di due settimane. Un terzo strike nell’arco di novanta giorni equivale invece alla chiusura definitiva del canale.

Nel nuovo regolamento di YouTube, tutti gli errori sono uguali

L’altra novità introdotta con le nuove regole YouTube e che avremo le penalità descritte indipendentemente dall’errore commesso: tutte le infrazioni sono diventate equivalenti, dunque la pena non cambia sulla base del tipo di errore che abbiamo commesso.

programmi per fare video
Fonte foto: youtube.com/watch?v=9rinukVprW8 (screenshot)

YouTube ha semplificato anche il sistema di notifiche e l’assistenza per i suoi utenti. Sarà più facile capire cosa abbiamo sbagliato e anche inviare un reclamo se riteniamo che la segnalazione su YouTube ricevuta non sia corretta. L’aggiornamento del sistema di ban si inserisce in preciso piano di restyling e revisione delle regole volto a rendere la piattaforma sempre più a misura di utente.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/icona-di-youtube-il-logo-di-youtube-3249999/

serverplan banner

ultimo aggiornamento: 24-02-2019

X