Nuovo decreto, le regole fino al 30 aprile. Il governo conferma le misure in vigore per contenere la diffusione del virus. Confermata la sospensione della zona Gialla.

Con il nuovo decreto il governo stabilisce le regole fino al 30 aprile confermando sostanzialmente la stretta operata a marzo, prima con il dpcm e poi con il decreto legge.

Emergenza coronavirus in Italia, le regole fino al 30 aprile

Il nuovo decreto entra in vigore il 7 aprile e scade il 30 dello stesso mese. Fino a quella data la zona Gialla resta sospesa. Significa che anche le Regioni con numeri da zona Gialla dovranno applicare le misure della zona Arancione. Nel decreto non è stato inserito l’automatismo per allentare le misure in base ai dati ma le Regioni potranno chiedere delle deroghe in base ai contagi e alle vaccinazioni. Le richieste saranno analizzate in Consiglio dei Ministri.

Per quanto riguarda gli spostamenti, a livello nazionale resta vietato spostarsi tra le Regioni se non per motivi di lavoro, salute o necessità.

È confermata la possibilità di raggiungere le seconde case anche in zona Rossa, salvo ordinanze restrittive emanate dalla Regione.

A livello nazionale è confermato il coprifuoco. Fino al 30 aprile quindi vige il divieto di uscire di casa dalle 22.00 alle 05.00 del mattino seguente.

Carabinieri
Carabinieri

Le regole in zona Arancione

Alle regole di carattere nazionale si aggiungono quelle in base al colore della Regione. Come detto, fino al 30 aprile la zona Gialla è sospesa, quindi l’Italia sarà, salvo deroghe, sostanzialmente rossa o arancione.

In zona Arancione è possibile spostarsi all’interno del proprio Comune senza autocertificazione. Sempre per quanto riguarda gli spostamenti, è consentita la visita ad amici e parenti in una abitazione privata nello stesso comune di residenza. Ci si potrà spostare una volta al giorno nel limite massimo di due persone. Le due persone potranno essere accompagnati da minori di 14 anni o da soggetti non autosufficienti o disabili.

Bar e ristoranti restano chiusi. È consentito l’asporto ed è consentita la consegna a domicilio.

I negozi sono aperti ma nel fine settimana scatta la chiusura dei centri commerciali.

Le scuole sono aperte ma con quote di Didattica a distanza per quanto riguarda le superiori.

Scuola - Liceo
Scuola

Le regole in zona Rossa

In zona Rossa è possibile uscire di casa solo per motivi di lavoro, necessità o salute e non è consentito uscire per fare visita ad amici e parenti. Sarà possibile farlo solo in occasione del lockdown di Pasqua, quando tutta l’Italia sarà zona Rossa. È possibile svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione o attività sportiva all’aperto in forma individuale.

Bar e ristoranti restano chiusi. È consentito l’asporto ed è consentita la consegna a domicilio.

I negozi sono chiusi, ad eccezione di quelli considerati essenziali.

Cambiano le regole per la scuola. Il decreto Aprile dispone la riapertura delle scuole fino alla prima media anche in zona Rossa.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 01-04-2021


Vaccini Covid, come funziona la piattaforma di Poste Italiane e come prenotarsi

Covid, l’allarme dell’Oms: “Preoccupa l’aumento dei casi”. In Europa vaccinazioni di una lentezza inaccettabile